Mononucleosi

STAMPA email

EMAIL
mononucleosi

Milena Usai

Articolo scritto il 29-5-2013.



CHE COS’È?

La mononucleosi è una malattia infettiva a contagiosità modesta che si trasmette solitamente attraverso la saliva, dunque per questo motivo è anche nota come malattia del bacio. Questa patologia è causata dall’Epstein-Barr Virus (EBV) appartenente alla famiglia degli herpes virus che è la stessa del fuoco di Sant’Antonio, dell’herpes labiale e/o genitale e della varicella. Il virus della mononucleosi può rimanere silente anche una volta infettato l’organismo in attesa appunto che si creino le condizioni favorevoli al suo sviluppo (abbassamento delle difese immunitarie). Inoltre trattandosi di un’infezione piuttosto diffusa e spesso difficile da diagnosticare, la mononucleosi il più delle volte viene contratta nel corso della vita senza neanche saperlo. Ciò accade poiché se contratta nei primi anni di vita la malattia è generalmente asintomatica, mentre da adulti viene spesso scambiata per influenza.

[TRANSAMINASI ALTE: CAUSE, SINTOMI E DIETA]



COME SI TRASMETTE?

Come abbiamo già detto la mononucleosi è una malattia a contagiosità modesta che colpisce soggetti fisicamente debilitati che non hanno sviluppato anticorpi specifici contro l’infezione e vengono a contatto con i portatori del virus. Il contagio può essere diretto e avvenire dunque attraverso la saliva, oppure indiretto e quindi essere causato dall’utilizzo di bicchieri, bottigliette, piatti, posate e giocattoli già contaminati. La contagiosità può perdurare a lungo poiché il virus permane nella saliva anche 6-9 mesi dopo il manifestarsi dell’infezione acuta, e pure ad anni di distanza durante i periodi di riattivazione del virus, pertanto chi ha contratto e sconfitto la malattia (i portatori sani) può essere potenzialmente contagioso anche dopo anni. In ogni caso va detto che l’infezione può essere contratta una sola volta nella vita, perciò ogni contatto successivo con un soggetto affetto da mononucleosi non avrà alcuna conseguenza sul proprio organismo.

[VES: CAPIRNE I VALORI]



FASCE A RISCHIO E PERIODO DI INCUBAZIONE DELLA MONONUCLEOSI

Nei paesi industrializzati la mononucleosi è piuttosto comune nei primi anni di vita anche se la fascia di età compresa tra i 15 e i 25 anni è senza dubbio quella più a rischio, in quanto durante l’adolescenza e la giovane età si adattano comportamenti che prevedono uno stretto rapporto interpersonale. Nei paesi in via di sviluppo invece la malattia viene contratta più precocemente.

Il periodo di incubazione è di 4-6 settimane negli adulti e dunque nei giovani, anche perché gli anziani contraggono la malattia piuttosto raramente, mentre è inferiore ai 15 giorni nei bambini.

[INFLUENZA STAGIONALE: COME AFFRONTARLA CON RIMEDI NATURALI]



QUALI SONO I SINTOMI?

Poiché i principali sintomi della mononucleosi sono simili a quelli di una comune influenza, la patologia viene tante volte diagnosticata in ritardo o addirittura curata come un semplice malanno di stagione. Tuttavia i sintomi variano di fase in fase.

[STRESS: CAUSE, SINTOMI E CURE]



Nella fase iniziale si verifica una modesta cefalea, una febbricola intermittente (la temperatura si alza soprattutto nelle ore serali), anoressia, dolori muscolari, stanchezza, sudorazione, insomma un senso di malessere generale tipico dell’influenza.

In una seconda fase, cioè quando il virus prende il sopravvento sul sistema immunitario, i principali sintomi sono invece: febbre, faringite con mal di gola e difficoltà a deglutire, disidratazione, ingrossamento dei linfonodi, debolezza che può perdurare anche diverse settimane, splenomegalia, cioè un eccessivo ingrossamento della milza, orticaria e una notevole sofferenza epatica.

Nei bambini invece la mononucleosi è solitamente asintomatica o al massimo caratterizzata da sintomi lievi come il mal di gola e una leggera e intermittente febbriciattola.



QUALI SONO LE CONSEGUENZE E COMPLICANZE DELLA MONONUCLEOSI?

Solitamente la maggior parte dei casi di mononucleosi si risolve senza particolari problemi anche se, come già accennato, il virus che ha provocato l’infezione permane nell’organismo e può riattivarsi periodicamente generando per lo più un senso di stanchezza cronica che perdura nel tempo e in alcuni casi si rivela addirittura invalidante (sindrome da stanchezza cronica).

Tuttavia le complicanze, piuttosto rare, possono riguardare vari apparati del nostro organismo e generare alcuni disturbi più o meno rilevanti.

[ESOFAGITE: CAUSE E SINTOMI]



A livello nervoso si riscontrano convulsioni, encefaliti, meningiti, mieliti, neuropatie varie, sindrome di Guillain-Barré, ecc.

A livello ematologico può verificarsi l’anemia emolitica, la diminuzione dei granulociti neutrofili (un tipo di globuli bianchi) e anche delle piastrine.

A livello polmonare invece può verificarsi per lo più l’ostruzione delle vie aeree.

A livello epatico la complicanza più temibile, seppur rarissima, è l’epatite fulminante (solo in alcuni casi di ittero, aumento delle transaminasi, della gamma-GT, ecc).

[SAI COS'È LA GAMMA GT?]


Una delle complicanze più rare ma tra le più preoccupanti della mononucleosi è la rottura della milza in seguito a un suo eccessivo ingrossamento. Inoltre in caso di immunosoppressione, congenita o acquisita, la patologia può essere causa di infezioni croniche e neoplasie ai linfonodi.



QUAL È IL DECORSO DELLA MONONUCLEOSI?

Il decorso della patologia è estremamente variabile proprio perché cambia da persona a persona. Infatti, se la fase acuta rientra nella norma, cioè ha una durata di circa 15 giorni, la completa ripresa dalla malattia dipende dal soggetto che l’ha contratta, il quale può ristabilirsi completamente nel giro di alcune settimane ma anche di alcuni mesi. In generale, se la malattia viene riconosciuta precocemente e dunque non curata come una comune influenza, la gran parte dei sintomi scompare nell’arco di 2-4 settimane.



COME RICONOSCERE E DIAGNOSTICARE LA MONONUCLEOSI?

Nei bambini nei primi anni di vita è facile confondere l’infezione con una semplice influenza per via dei sintomi piuttosto lievi, mentre in età adolescenziale e adulta il quadro clinico si fa più tipico e riconoscibile, pertanto dopo una fase iniziale con sintomi che potrebbero trarre in inganno ne compaiono altri, come l’ingrandimento dei linfonodi, l’infiammazione intensa di tonsille, faringe e adenoidi o ancora l’ingrossamento di milza e fegato, che rendono più facilmente diagnosticabile la malattia. Tuttavia la diagnosi definitiva e certa si raggiunge solo in seguito a un esame del sangue che rileva la percentuale, in questo caso anomala, di linfociti nel sangue ma anche la diminuzione dei neutrofili e delle piastrine e l’aumento dei monociti. Inoltre risultano alterati anche gli indici di funzionalità epatica. Tuttavia per avere la conferma definitiva è anche possibile sottoporsi a un accertamento sierologico tramite la reazione di Paul-Bunnel-Davidsohn e degli anticorpi specifici anti EBV.

[LINFOCITI: COSA SONO?]



QUALI SONO LE CURE?

I soggetti che contraggono la mononucleosi devono riposare a letto ed evitare sforzi fisici per circa un mesetto, non solo a causa della debolezza ma anche per scongiurare eventuali traumi addominali che potrebbero provocare la rottura della milza a causa del suo ingrossamento.

Oltre l’assoluto riposo si deve ricorrere a una terapia farmacologica basata prevalentemente sulla somministrazione di medicinali analgesici (ad esempio l’ibuprofene e quindi farmaci come Brufen, Moment, ecc) e antipiretici (ad esempio il paracetamolo e quindi farmaci come Acetamol, Tachidol e la Tachipirina) a eccezione dell’acido acetilsalicilico che può causare una grave complicanza nota come sindrome di Reye. Nei casi più gravi è prevista anche la somministrazione di farmaci corticosteroidi (cortisone) oppure, nel caso in cui i medicinali sopra elencati non risultassero efficaci, di immunoglobuline sotto prescrizione medica.

Per la cura e prevenzione della mononucleosi non mancano neanche i rimedi naturali da affiancare necessariamente a un’alimentazione equilibrata e a integratori specifici come i multivitaminici. Per combattere e contrastare i fastidiosi sintomi e strascichi di questa patologia si rivelano utili alcune piante dotate di proprietà adattogene e antivirali. Tra queste citiamo:

[CURA DEI DENTI PER LA SALUTE DELLA BOCCA]



- l’aglio, l’astragolo, l’echinacea, il ginseng, il mirtillo e il tè verde per le fasi iniziali;

- il salice e la spirea olmaria o “aspirina vegetale” nella fase acuta;

- la liquirizia e l’altea in caso di faringite;

- il cardo marino per contrastare i sintomi epatici.




Seguici su Google+



calcio

denti

pancia

Articoli di Approfondimento sulle Malattie infettive



articolo-mononucleosi

Colite ulcerosa: Sintomi e Cure

La Colite ulcerosa ed il Morbo di Crohn sono malattie infiammatorie croniche dalle cause ignote. Diverse ipotesi sono state fatte a riguardo (malattie genetiche, infettive, autoimmuni e di altro tipo) ma non è stata raggiunta una conclusione certa. E’ pertanto teoricamente possibile che l’esposizione a fattori scatenanti ambientali in età infantile possa avere un ruolo, anche se non è provato e non sono stati identificati con certezza questi fattori.

http://www.benesserevillage.it/.../Malattie/colite-ulcerosa-sintomi-e-cure-MjMyNQ

articolo-mononucleosi

Cistite interstiziale

L’epistassi, cioè la perdita improvvisa di sangue dal naso (non di rado in grandi quantità), è un disturbo che può avere varie cause ed origini. Un piccolo o grande trauma, una predisposizione fisica, una grave sinusite, il “vizietto” di mettere le dita nel naso... questo è molto altro può causare l’epistassi.Secondo le ultime, stime ben il 60% degli italiani ha sofferto di questo disturbo almeno una volta nella vita. E’ inoltre stato provato che, con l’arrivo della stagione calda, il problema può peggiorare e a mostrarsi con maggiore frequenza.

http://www.benesserevillage.it/.../Malattie/cistite-interstiziale-MjM3MA453

articolo-mononucleosi

Combattere la Stanchezza cronica

Innanzitutto bisogna sottolineare che ne soffrono circa 17 milioni di persone in tutto il mondo e che colpisce soprattutto le donne. La malattia è stata scoperta nel 1980 negli Stati Uniti, ma è stata riconosciuta solo 19 anni dopo dal Center of Desease control di Atlanta, il cento per le malattie infettive che per errore, aveva preso in cura malati considerati depressi. In Italia gli “stanchi cronici” sono circa 300mila, soprattutto tra donne dai 18 ai 45 anni. La diagnosi viene fatta per esclusione, facendo attenzione a non confondere il disturbo con la depressione che ha in comune l’apatia e il senso di spossatezza.

http://www.benesserevillage.it/.../Malattie/combattere-la-stanchezza-cronica-Njg3

articolo-mononucleosi

Tosse: non sottovalutarla

Spesse volte capita che malattie diverse siano riconducibili agli stessi sintomi come nel caso della tosse. Esistono quindi vari tipi di tosse: quella che serve ad espellere materiale estraneo o batterico dal nostro organismo e spesso associata a raffreddore e bronchite, e quella che invece non ha alcuna causa apparente e che desta maggiori preoccupazioni. L'intensità di questa tosse può essere variabile e le cause possono essere davvero tante. Si va infatti dalle malattie infettive a quelle respiratorie, alle allergie.

http://www.benesserevillage.it/.../Malattie/raffreddore-MTg0MQ453

articolo-mononucleosi

Povero Orecchio, nessuno se ne cura: salvaguardare l'Udito

Non ci facciamo troppo caso alle nostre orecchie, eppure la sordità rappresenta il 47% delle malattie professionali e colpisce più di centoventimila lavoratori. Anche i bambini purtroppo non ne sono immuni: in Italia un bambino su trecento nasce con problemi uditivi ed alcuni presentano sordità profonda. Le cause di ciò possono essere danni avvenuti nel feto o al momento del parto, malattie genetiche o infettive come la parotite, la meningite e altre. Nei piccoli il problema dell'udito spesso porta loro ad essere muti anche se le corde vocali sono normali.

http://www.benesserevillage.it/.../povero-orecchio-nessuno-se-ne-cura-salvaguardare-l-udito-Mzk5

articolo-mononucleosi

MCH: Contenuto medio di Emoglobina

Anemia sideroblastica che può essere congenita o acquisita a causa dell’assunzione di farmaci o sostanze tossiche oppure può essere espressione di una malattia neoplastica e non; Talassemia o altri disordini genetici della sintesi dell’emoglobina noti come emoglobinopatie. Che cosa succede quando i livelli di MCH sono troppo alti? Il livello di MCH è invece considerato troppo alto quando è maggiore di 33. La produzione di globuli rossi in numero ridotto ma di dimensioni più grandi del normale induce la formazione di una quantità eccessiva di emoglobina negli eritrociti generando così le anemie macrocitiche.

http://www.benesserevillage.it/.../mch-basso.php

articolo-mononucleosi

La Cistite

ORTOSIPHON: usato per incrementare la diuresi nelle malattie infettive, facilita altresì l’eliminazione delle scorie azotate. Si può utilizzare come decotto o come tintura madre in dose di 50 gocce 3 volte al dì. GRAMIGNA: questa pianta, dotata di attività diuretica ed emolliente, è utilizzata nel trattamento degli stati infiammatori a carico dell’apparato genito-urinario; esercita un’azione sedativa sia nelle coliche dell’apparato urinario che nelle cistiti.

http://www.benesserevillage.it/.../colite.php

articolo-mononucleosi

L'Herpes labiale: come si manifesta, come si tratta

L'Herpes Simplex-1 è il virus responsabile dell'herpes labiale che provoca lesioni cutanee generalmente alle labbra e meno frequentemente ai tessuti circostanti. Contagio: diciamo subito che eradicare il virus non è possibile, in quanto si annida nel tessuto nervoso, nei gangli, e periodicamente, in particolari condizioni, soprattutto di stress, si risveglia producendo la classica “febbre” del labbro.

http://www.benesserevillage.it/.../Malattie/l-herpes-labiale-come-si-manifesta-come-si-tratta-ODg55

articolo-mononucleosi

La Candida e la Candidosi

Estremamente contagiosa e sempre più diffusa, questa può essere trasmessa sessualmente oppure contratta come una semplice infezione micotica, in ogni caso si consiglia di evitare i rapporti sessuali non protetti con partner occasionali poichè, in caso di soggetto malato, si innescherebbe una reazione a catena di contagio che coinvolgerebbe i vari partner. Inoltre nel caso in cui venga contratta la candida vaginale, le possibilità di sconfiggerla con i farmaci convenzionali sono molto limitate poichè trattandosi di una malattia recidivante tende inevitabilmente a ripresentarsi. Esistono vari tipi di candidosi, vediamole sinteticamente.

http://www.benesserevillage.it/.../candida-candidosi.php

articolo-mononucleosi

Piastrine

Trombocitopatie congenite: difetto di adesività (malattia di Bernard-Soulier), difetto di aggregazione primaria (deficit del pool di deposito, difetto della sintesi prostaglandinica), difetto isolato di attività tromboplastica (deficit di fattore 3 piastrinico). Acquisite nel corso di malattie mieloproliferative, insufficienza renale, gammopatie monoclonali, ipoglicemia cronica, malattie con anticorpi antipiastrinici, tapia con farmaci.

http://www.benesserevillage.it/.../piastrine.php

articolo-mononucleosi

Problemi di Salute imbarazzanti

Hai mai avuto il presentimento di non arrivare in tempo in bagno? È una situazione stressante e di disagio, per non dire altro! A volte è causata da una malattia o da un batterio intestinale, altre volte è dovuta ad altri motivi. Ecco alcune delle cause della diarrea: infezioni batteriche (come un’intossicazione alimentare), infezioni virali, allergie alimentari, sensibilità alimentari, cambiamenti nella dieta, assunzione di troppo alcol, alcuni farmaci, alcuni tipi di cancro, diabete, sindrome da intestino irritabile.

http://www.benesserevillage.it/.../problemi-imbarazzanti.php

articolo-mononucleosi

Leucociti nelle Urine

I Leucociti, più noti come globuli bianchi, sono cellule presenti nel sangue. Il loro compito consiste nel proteggere l'organismo dagli agenti patogeni quali batteri, virus, parassiti etc. Ma cosa succede quanto questi importanti guardiani li troviamo nelle urine? In questo articolo risponderemo alla domanda passo dopo passo.

http://www.benesserevillage.it/.../leucociti-urine.php

articolo-mononucleosi

Fermenti lattici: Diarrea

Le diarree infettive acute sono poi tra le patologie più frequenti in età pediatrica ed il ROTAVIRUS ne rappresenta la causa più frequente. In questi casi l'uso di BIFIDOBACTERIUM ed di LACTOBACILLUS GG - anche in associazione con lo STREPTOCOCCUS THERMOPHILUS - riduce sia la diarrea, che i tempi dell'infezione. L'Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia, infatti, in caso di diarrea infantile il consumo di alimenti funzionali, come i latti fermentati addizionati con microrganismi probiotici.

http://www.benesserevillage.it/.../Malattie/fermenti-lattici-diarrea-MTU4Ng453

articolo-mononucleosi

Afte in Bocca: cosa sono e Rimedi

Le Stomatiti non sono contagiose mentre le vesciche da febbre si. Queste ultime sono, infatti, provocate dal famigerato virus dell’Herpes Simplex e si trasmettono, per esempio, con il bacio. Un’altra differenza macroscopica è che le ulcere dell’Afta sono interne alla bocca mentre quelle da febbre compaiono all’esterno, sulle labbra, sul mento, attorno al naso e nelle narici.

http://www.benesserevillage.it/.../Malattie/afta-bocca-MjI4NA453

articolo-mononucleosi

Paradisi tropicali e Insidie marine

I rischi non sono di certo inferiori a quelli di chi si immerge nelle acque delle coste tirreniche o adriatiche. L'acqua calda tropicale, infatti, favorisce la riproduzione di microrganismi che, a contatto con l'uomo, possono provocare serie infezioni intestinali. Chi si immerge rischia 4 volte e mezzo di più febbre e malattie alle vie respiratorie rispetto a chi decide di non bagnarsi nelle acque tropicali ma di godersi il sole sulla spiaggia.

http://www.benesserevillage.it/.../paradisi-tropicali-e-insidie-marine-MTE4MA453

Metabolismo

114 Pagine
€ 18,00

Scopri di più..
Accelerare il Metabolismo
close

Cambia prospettiva... Chi ha una marcia in più è solo chi ha deciso di cambiare il suo Metabolismo. A 30gg da adesso, immagina come cambierà in positivo la tua vita, una volta che hai finalmente eliminato i chili di troppo, superando quelle che erano le tue aspettative!!

Un manuale pratico che insegna a comprendere i meccanismi del metabolismo e offre soluzioni naturali per tutti coloro che hanno sempre provato a perdere peso.

Colesterolo

36 Pagine
FREE

Scopri di più..
Colesterolo - Come tenerlo sotto controllo con uno stile di vita sano
close

Il colesterolo alto è spesso frutto di una cattiva alimentazione e un cattivo stile di vita

Dagli insegnamenti della medicina fino alle soluzioni commerciali, nel manuale vengono prese criticamente in esame tutte le cause e propone delle soluzioni naturali per combatterlo. Il tutto con un linguaggio semplice e diretto, per far capire come potersi orientare tra tante proposte e tanta confusione.

Pancia Piatta

127 Pagine
€ 18,00

Scopri di più..
La dieta per la Pancia Piatta
close

Se vuoi dimagrire sulla pancia e sui fianchi, abbiamo elaborato un metodo basato su un programma molto aggressivo, capace di produrre grandi effetti proprio sulla zona del girovita e dei fianchi. Questo manuale svela i segreti per trasformare il grasso in muscoli e ottenere di conseguenza un fisico tonico e invidiabile. L'effetto perseguito è quello di un dimagrimento "intelligente", nei punti critici e non diffuso. Potrai finalmente perdere peso senza perdere curve e misure nei punti giusti

Probiotici

43 Pagine
FREE

Scopri di più..
Fermenti Lattici e Probiotici - Preservare la salute con l’ Alimentazione
close

Un buon funzionamento dell'intestino dipende dalla flora batterica, dalla temperatura e dal pH. Ma cosa sono e a cosa servono i probiotici? La loro principale funzione è quella di regolarizzare la funzionalità intestinale. Quali fermenti lattici sono più indicati in base alle nostre esigenze?

Cibi In- Cibi-Out

179 Pagine
€ 29.88

Scopri di più..
Cibi in - Cibi Out
close

Mettersi a dieta è una sofferenza per chiunque e proprio per questo le alternative sembrano essere solo due: o dieta a vita, oppure aumentare di peso.

In questo corso interattivo, conoscerai approfonditamente la terza alternativa: utilizzare i cibi termogenici della TID (termogenesi indotta), quali evitare per eliminare possibili intolleranze, gonfiore addominale e stipsi. Quali cibi invece devi inserire perchè cibi dall'effetto termogenico, drenante, disintossicante, diuretico, dimagrante. In grado di ristabilire l'equilibrio fisiologico perso e riportarti senza rinunce verso il giusto peso e una vita più attiva.

Ipertensione

24 Pagine
FREE

Scopri di più..
Ipertensione Arteriosa - Sintomi, dieta e rimedi contro la pressione alta
close

L'ipertensione arteriosa è tra le patolie più diffuse nel mondo industrializzato e rappresenta uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare, ne soffre infatti circa il 15-20% della popolazione. Tra i fattori correlati all'ipertensione troviamo sovrappeso, obesità addominali, familiarità, fattori metabolici e lo stile di vita. Ma qual è il ruolo del sale?

Meteorismo

19 Pagine
FREE

Scopri di più..
Meteorismo e Pancia Gonfia - Cause e rimedi
close

Il gonfiore addominale, che provoca nel paziente un forte disagio, è uno dei sintomi su cui il farmacista viene maggiormente consultato. In alcuni momenti della giornata, specialmente dopo pranzo, si può avvertire tensione ed accumulo di gas che causa spasmo e distensione addominale, che possono diventare molto evidenti; nelle ore serali l'aumento della circonferenza-vita può giungere fino a 10/12 cm.. La medicina definisce questi casi come "meteorismo".

Metabolismo

62 Pagine
FREE

Scopri di più..
Il Metabolismo - Dieta e Programma Fitness
close

Unito ad un programma di allenamento adeguato e una dieta specifica, accelerare il metabolismo può migliorare il nostro stile di vita. Il manuale spiega come accelerare il metabolismo con un linguaggio semplice e diretto, per far capire come potersi orientare senza fare confusione.

Stitichezza

16 Pagine
FREE

Scopri di più..
Stitichezza: Prevenzione e Cure
close

La stipsi, un disturbo funzionale della muscolatura intestinale, porta alla stitichezza. In Italia sono circa 9 milioni di donne e 4 milioni di uomini ne soffrono, e dopo i 60 anni ne soffre circa il 40% della popolazione. Ma quali sono le cause e come curarla? Quali sono le conseguenze della stipsi cronica? Quali sono i farmaci che possono essere usati per combatterla? Tutte le risposte, in modo semplice e preciso, nel pratico ebook scritto dalla Dott.ssa Maria Teresa Carani.

Cistite

25 Pagine
FREE

Scopri di più..
La cistite: Come prevenire infezioni e infiammazioni
close

Batteri, funghi, virus, stitichezza, alcuni metodi contraccettivi, un'igiene non corretta ma anche particolari condizioni dell'organismo, come gravidanza e menopausa, sono le cause più probabili della cistite. Il manuale aiuterà a comprendere quali sono i sintomi e quali condizioni favoriscono l'infezione.