Ictus

STAMPA email

EMAIL
ictus-cerebrale

redattore-frisetti Fabio Frisetti



L’ictus si verifica quando l’afflusso di sangue a una parte del cervello viene interrotto o si riduce gravemente, privando il tessuto cerebrale di ossigeno e nutrimento. Nel giro di pochi minuti, le cellule cerebrali cominciano a morire. L’ictus è un’urgenza medica in cui l’intervento tempestivo è cruciale per minimizzare il danno cerebrale e le potenziali complicazioni.

La buona notizia è che l’ictus può essere trattato e prevenuto e oggi, le persone che muoiono per ictus sono molte meno rispetto a 15 anni fa. Il controllo dei principali fattori di rischio dell’ictus, quali l’elevata pressione sanguigna, il fumo e il colesterolo alto, è probabilmente il primo fattore a cui si devono imputare questi enormi passi in avanti.



Sintomi



Conoscere e avere ben presenti i sintomi dell’ictus può salvare la tua vita o quella di una persona che ti sta vicino. Il tempo trascorso dal verificarsi dell’ictus alle prime cure è infatti fondamentale per evitare complicazioni e danni al cervello. I principali sintomi dell’ictus sono:

Problemi nel camminare: si manifestano con improvvise vertigini o scivoloni, in generale, perdita di equilibrio o di coordinazione.
Problemi nel parlare e/o comprendere: si manifestano con confusione, farfugliamenti o incapacità di trovare le parole giuste per spiegare ciò che sta accadendo (afasia).
Paralisi o intorpidimento di una parte del corpo o del viso: ciò consiste nell’improvviso intorpidimento, debolezza o paralisi di una parte del corpo. Impossibilità o incapacità di sollevare entrambe le braccia sopra la testa. Similmente, un lato della bocca può abbassarsi soprattutto mentre si sorride.
Problemi alla vista di uno o entrambi gli occhi: consistono in una visione sfocata, scura o doppia.
Mal di testa: come un improvviso fulmine a ciel sereno, si viene assaliti da un terribile mal di testa che può essere accompagnato da vomito, vertigini o da uno stato di coscienza alterato; questi segni possono essere indicatori di un ictus.



Sintomi Test e Diagnosi
Quando consultare un Medico Trattamenti e Farmaci
Cause Trattamento dell'Ictus ischemico
Ictus ischemico Trattamento dell'Ictus emorragico
Ictus emorragico Gestione e Supporto
Attacco ischemico transitorio Convalescenza e Riabilitazione
Fattori di Rischio Sfide di Comunicazione
Complicazioni Prevenzione
Farmaci per la Prevenzione


Quando consultare un Medico



Se noti segni o sintomi di ictus rivolgiti immediatamente a un medico, anche se i sintomi sembrano regredire o scomparire. Contatta subito il pronto soccorso e chiama un ambulanza. Ogni minuto è fondamentale; non aspettare che i sintomi se ne vadano e soprattutto se svaniscono non fare finta di nulla. Più l’ictus viene trascurato e maggiore è il potenziale danno cerebrale e la conseguente disabilità. Per massimizzare l’efficacia della diagnosi e del trattamento, è consigliabile recarsi al pronto soccorso entro 60 minuti dall’insorgenza dei primi sintomi.

Se sei con qualcuno che ritieni possa essere colpito da ictus, osserva attentamente la persona mentre aspetti l’ambulanza. Ecco alcune situazioni che ti si potrebbero presentare e come dovresti gestirle:

Se la persona cessa di respirare dovrai effettuare una respirazione bocca a bocca
Se vomita devi girarle la testa da un lato per evitare il soffocamento
Evita che questa persona assuma cibo o liquidi



Cause



L’ictus distorce il flusso di sangue nel cervello e ne danneggia i tessuti. Vi sono due tipologie principali di ictus. La forma più comune, ictus ischemico, è causato dall’ostruzione di un’arteria. L’altra forma, ictus emorragico, si verifica quando vi sono fuoriuscite da un vaso sanguigno, oppure quando questo scoppia. Un attacco ischemico transitorio, talvolta detto mini-ictus, distorce temporaneamente il flusso di sangue nel cervello. Vediamo adesso di seguito i diversi tipi di ictus.



Ictus ischemico



Circa il 90% degli ictus appartiene a questa tipologia. L’ictus ischemico si verifica quando le arterie che vanno al cervello si restringono o si ostruiscono, generando una grave riduzione del flusso sanguigno (ischemia). La mancanza di flusso sanguigno, priva le cellule cerebrali di ossigeno e nutrienti, causandone la morte nel giro di pochi minuti. Gli ictus ischemici più comuni sono:

Ictus trombotico. Questo tipo di ictus si verifica quando in una arteria che fornisce sangue al cervello, si forma sangue coagulato (trombo). Il trombo di solito si forma in aree danneggiate dall’aterosclerosi, una patologia in cui le arterie sono ostruite da depositi grassi (placche). Questo processo può verificarsi in una delle due arterie carotidee del collo che portano sangue al cervello oppure in una arteria qualsiasi del collo o del cervello.

Ictus embolico. L’ictus embolico avviene quando un coagulo di sangue, o altri depositi, che si forma in un vaso sanguigno lontano dal cervello, generalmente nel cuore, viene trasportato nel flusso sanguigno e va a situarsi nelle arterie cerebrali che hanno una circonferenza più stretta. Questo tipo di coagulo è detto embolo. Spesso è causato da un battito cardiaco irregolare nelle due camere superiori del cuore (fibrillazione atriale). Questo ritmo cardiaco anomalo può generare un ammasso di sangue nel cuore e causare la formazione di coaguli che viaggiano altrove nel corpo.



Ictus emorragico



Emorragia è il termine medico che indica una notevole perdita di sangue dovuta alla rottura di importanti vasi sanguigni. L’ictus emorragico si verifica quando vi sono fuoriuscite da un vaso sanguigno nel cervello oppure quando si verificano rotture dello stesso. Le emorragie cerebrali possono derivare da numerose condizioni che interessano i vasi sanguigni, fra cui una elevata pressione sanguigna (ipertensione) e la presenza di punti deboli nelle pareti dei vasi sanguigni (aneurismi). Una causa meno comune di emorragia è la rottura di una malformazione arteriovenosa, un anomalo aggrovigliamento di vasi sanguigni con pareti molto sottili che si presenta fin dalla nascita. Vi sono due tipi di ictus emorragico:

Emorragia Intracerebrale. In questo tipo di ictus, si ha la rottura di un vaso sanguigno nel cervello, che genera la fuoriuscita di sangue nel tessuto circostante, danneggiando le cellule. Le cellule cerebrali che si trovano oltre la fuoriuscita, sono così private di sangue e successivamente anch’esse danneggiate. L’elevata pressione sanguigna è la causa più comune di questo tipo di ictus emorragico. Col passare del tempo, l’elevata pressione sanguigna può infragilire le piccole arterie all’interno del cervello, rendendole così suscettibili di rompersi.

Emorragia subaracnoidea. In questo tipo di ictus, il sanguinamento parte da un’arteria che si trova sulla superficie del cervello o vicino a essa e fuoriesce nello spazio fra la superficie del cervello e il cranio. Questo sanguinamento è spesso segnalato da un improvviso e grave mal di testa fulminante. Questa tipologia di ictus è comunemente causata dalla rottura di un aneurisma, che può svilupparsi con l’età o essere presente fin dalla nascita. Dopo l’emorragia, i vasi sanguigni del cervello possono allargarsi e restringersi in modo irregolare (vasospasmo), causando un danno alle cellule cerebrali e limitando ulteriormente il flusso di sangue a parti del cervello.



Attacco ischemico transitorio



L’attacco ischemico transitorio, spesso chiamato mini-ictus, è un breve episodio di sintomi simili a quelli che si riscontrano nell’ictus. La causa dell’attacco ischemico transitorio è una temporanea riduzione della fornitura di sangue a parte del cervello. Molti episodi di AIT durano meno di cinque minuti.

Come nell’ictus ischemico, l’episodio di AIT si verifica quando un coagulo o un accumulo di detriti blocca il flusso sanguigno a una parte del cervello. A differenza dell’ictus, tuttavia, che comporta una mancanza più prolungata di afflusso di sangue e che causa un danno permanente ai tessuti, l’episodio di AIT non lascia effetti permanenti perché il blocco è temporaneo.

Se hai avuto un episodio di AIT è probabile che vi sia una arteria che conduce al cervello parzialmente bloccata o ristretta e che quindi tu sia maggiormente esposta al rischio di ictus che potrebbe causare danni ben maggiori. Sulla base dei sintomi, inoltre, non è possibile stabilire se stai avendo un ictus o un episodio di AIT; circa la metà delle persone che presentano sintomi che sembrano risolversi, stanno in realtà avendo un ictus che comporterà danni cerebrali. Per questi motivi in ogni caso è sempre meglio chiamare un’ambulanza o farsi portare al pronto soccorso.



Fattori di Rischio



Molti fattori possono incrementare il rischio di ictus. Fra questi troviamo:

Anamnesi familiare o personale di ictus, infarto o AIT.
Aver superato i 55 anni di età.
Elevata pressione sanguigna, il rischio di ictus aumenta con una pressione superiore a 115/75 millimetri di mercurio (mm Hg). Il tuo medico può aiutarti a individuare la corretta pressione sanguigna conformemente alla tua età, alle tue eventuali patologie quali ad esempio diabete e altri fattori.
Colesterolo alto, un colesterolo totale superiore a 200 milligrammi per decilitro (mg/dL), o 5.2 millimoli per litro (mmol/L).
Fumo di sigaretta o esposizione a fumo passivo.
Diabete.
Sovrappeso (indice di massa corporea da 25 a 29) od obesità (indice di massa corporea di 30 o superiore).
Mancanza di attività fisica.
Patologie cardiovascolari, fra cui collasso cardiaco, difetto cardiaco, infezione cardiaca o battito cardiaco anomalo.
Uso di pillole contraccettive o terapie ormonali che prevedono estrogeni.
Abuso di alcool
Uso di droghe come cocaina o metanfetamine.

Dato che il rischio di ictus aumenta con l’età, e le donne tendono a vivere più a lungo degli uomini, il numero delle donne colpite da ictus e che muore ogni anno, è maggiore di quello degli uomini. Le persone di pelle nera hanno inoltre statisticamente più probabilità dei bianchi di essere colpiti da ictus.



Complicazioni



L’ictus può causare disabilità temporanee o permanenti a seconda della lunghezza del lasso di tempo durante il quale il cervello è privato di afflusso sanguigno e a seconda della zona colpita. Le complicazioni possono includere:

Paralisi o perdita di movimento muscolare: alcune volte, la mancanza di flusso sanguigno al cervello può causare la paralisi di una parte del corpo o la perdita di controllo di alcuni muscoli, come ad esempio quelli di un lato del volto. La terapia fisica può migliorare queste situazioni.

Difficoltà nel parlare o nella deglutizione: l’ictus può generare un minore controllo del movimento dei muscoli della bocca e della gola, rendendo difficile l’espressione orale, la deglutizione o anche la nutrizione. Una persona colpita da ictus può riscontrare difficoltà nel parlare anche a causa di problematiche quali l’afasia, una condizione che comporta difficoltà di espressione nei pensieri in forma orale. La terapia con un medico specializzato in disturbi del linguaggio e dell’espressione orale, può essere utile.

Perdita di memoria o difficoltà di comprensione: la perdita di memoria è una conseguenza comune nelle persone colpite da ictus. Alcuni soggetti possono invece riscontrare una difficoltà nell’esprimere giudizi, nel ragionamento e nella comprensione. Queste complicazioni possono migliorare con l’aiuto di terapie di riabilitazione.

Dolore: alcune persone riscontrano dolore, senso di intontimento o altre sensazioni anomale in alcune parti del corpo interessate dall’ictus. Se l’ictus genera una perdita di sensibilità al braccio sinistro ad esempio, è possibile sviluppare una sgradevole sensazione di formicolio in quel braccio. Altri soggetti diventano particolarmente sensibili alle variazioni di temperatura, soprattutto al freddo. Questa condizione è definita dolore centrale post-ictus o sindrome dolorosa post-ictus. Questa complicazione di solito insorge diverse settimane dopo l’ictus e può migliorare con il tempo. Poiché il dolore è causato da un problema del cervello e non da una lesione fisica, però, i trattamenti per la sindrome dolorosa post-ictus sono pochi.

Modificazioni del comportamento e della cura personale: le persone colpite da ictus possono essere soggette all’auto-isolamento, all’esclusione sociale e ad una maggiore impulsività. Esse possono perdere la capacità di auto-sufficienza e possono necessitare di assistenza per lo svolgimento della vita quotidiana.

Come accade in tutti i casi di lesione cerebrale, il successo nel trattamento di queste complicazioni varia da persona a persona.



  1 2







Ipertensione

Ipertensione

Scarica gratis l'Ebook della Dott.ssa Carani sull'ipertensione arteriosa

Nome:
Email:
Code:
  verification image, type it in the box
 

Seguici su Google+



Seguici su Facebook

calcio

denti

pancia


Articoli sull'"Ictus"



ictus

Emicrania e Rischio Ictus anche nei Giovani

Questi disturbi sono sotto l'occhio di studiosi da moltissimi anni. Non a caso di recente è stato sottolineato, dopo anni di indagine, quanto il mal di testa sia associato all'ictus. L'ictus infatti, non è un problema che si presenta solo in vecchiaia: può manifestarsi sotto forma di avvisi come piccoli disturbi in soggetti giovani o in età matura.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../emicrania-e-rischio-ictus-anche-nei-giovani-MTIyOQ

ictus

Cioccolato fondente anti Ictus cerebrale

Un pezzetto di cioccolato fondente nero alla settimana, protegge i vasi sanguigni e riduce drasticamente il rischio di ictus cerebrale, aumentando la probabilità di sopravvivere dopo che questo si sia verificato.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../cioccolato-fondente-anti-ictus-cerebrale-Njkw

ictus

Test Ictus

Pratico e veloce questo test ti aiuta a misurare concretamente la probabilità di avere un ictus in futuro e lo stato di salute del tuo cuore in base a delle variabili che tengono conto dell'alimentazione, dell'attività fisica e dello stile di vita in generale

http://www.benesserevillage.it/.../index.php

ictus

Curcuma utile contro i Sintomi post Ictus

Esiste una spezia di nome curcuma, molto usata in India e nelle zone tropicali, nonché nelle cucine orientali. A essere indagato dai ricercatori statunitensi non è il suo sapore, ma la sua capacità di guarire i postumi dell'ictus. Il merito sarebbe di una sostanza in essa contenuta la molecola denominata carcumina.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../curcuma-ictus-MTgxMg453

ictus

Pesce fritto e Rischio di Ictus

Consumare pesce fa bene alla salute, ma questo lo sapevamo già. Quello che, invece, non sapevamo è che se il pesce è fritto non solo perde quelle caratteristiche nutrizionali che lo rendono salutare (la frittura, infatti, deteriora gli acidi grassi omega 3), ma addirittura può risultare nocivo e, in particolare, potrebbe incrementere il rischio di ictus.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../fritto-ictus-MTYzNw453

ictus

Le nuove Frontiere della Fisioterapia hi-Tech

Partono le sperimentazioni hi-tech sulla fisioterapia e la riabilitazione post ictus, con l’ausilio di robot, videogames e tappeti rotanti con esoscheletri.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../le-nuove-frontiere-della-fisioterapia-hi-tech-MTAyNg

ictus

Dieta antitrombosi

In questo congresso sono stati esposti i risultati di una serie di studi fatti di recente da diversi gruppi di ricerca italiani e norvegesi ed è emerso che caffè, vino, cioccolato fondente e pesce associato a dieta mediterranea ricca di grassi insaturi, quelli buoni, riduce il rischio di contrarre ictus, infarti e scioglie i coaguli nel sangue.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../dieta-antitrombosi-MTEzMA

ictus

Eterna Giovinezza, pronta la Pillola

Sono moltissimi i ricercatori che in tutto il mondo si affannano per creare l'elisir di lunga vita, capace di combattere colesterolo e diabete e di prevenire ictus e Alzheimer.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../eterna-giovinezza-pronta-la-pillola-MTM1OQ

ictus

Infarto Addio con la Meditazione

Un recente studio ha provato che la meditazione riesce ad attenuare i fattori che predispongono all'infarto e ictus. La riduzione di questi rischi è importante ed arriva addirittura al 47%.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../infarto-meditazione-MjEwOQ453

ictus

Olio di Pesce e Problemi cardiaci

Gli acidi grassi omega 3, in particolare i due tipi più attivi (EPA e DHA) sono indicati principalmente per ridurre gli alti livelli di trigliceridi nel circolo sanguigno. Un’altra indicazione importante è la prevenzione di eventi cardiovascolari in soggetti a rischio oltre all’utilizzo per diminuire l’attività coagulante del sangue, in quanto diminuiscono l’aggregazione piastrinica; hanno attività anche nella diminuzione della pressione arteriosa.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../acidi-grassi-omega-3-MTU1Ng453

ictus

Bevande gassate light: sai cosa bevi?

L'uso di aspartame è stato recentemente messo sotto accusa perché considerato tossico. Il suo impiego industriale compromette seriamente tutti quei drink light dolcificati con questa sostanza. Alcuni studi infatti stanno cercando di capire se non sia il caso di bandirlo dal commercio. I consumatori di queste bevande infatti mostrano una predisposizione a ictus ed infarti.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../bevande-gassate-light-MTczNQ453

ictus

Se sei aggressivo vivi di meno!

Anche la competizione che è l'istinto più naturale per la sopravvivenza non deve essere preso agli estremi. Il rischio è di avere infarti o ictus. Lo dice una ricerca del Nation Institute of Aging (NIA, sezione dei National Institutes of Health) diretta dalla dottoressa Angelina Sutin e pubblicata su "Hypertension". Il team NIA ha esaminato 5614 persone tra i 14-94 anni di cui le donne erano il 58%.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../se-sei-aggressivo-vivi-di-meno-MTQ2Mg

ictus

Ipertensione: arrivano le Onde radio

Per adesso l'ipertensione interessa una percentuale oscillante tra il 15-37 per cento della popolazione mondiale adulta, e più della metà di quella anziana. Si tratta di un disturbo diffuso e pericoloso perché predispone a infarto e ictus e mette a serio rischio l'intero sistema cardiovascolare.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../ipertensione-onde-radio-MTk5Mg453

ictus

Benessere mentale? Mangia di meno!

Mangiare in modo ipocalorico dunque non significa digiunare, significa fare attenzione in cucina, mangiare molta insalata di verdure crude, frutta e cibi a basso apporto calorico, ma ad alto livelo nutritivo. Un’ottima dieta per contrastare o ridurre i danni da ictus o ischemie.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../benessere-mentale-cibo-MjA1Mg453

ictus

Il Segreto della Longevità? Una Dieta sana

Mangiare meno aiuta a vivere più a lungo; inoltre controllando il peso, riducendo il rischio di malattie cardiache, cancro e ictus, nonché il tasso di obesità, importante fattore di rischio per tutte di queste malattie, si innescano alcuni meccanismi del corpo che aumentano i fattori di crescita dei nervi e sono molto utili al cervello.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../il-segreto-della-longevit--una-dieta-sana-NTA5

ictus

Anfetamine dimagranti: piene di Effetti collaterali

E' stato dimostrato che in seguito alla loro assunzione comincia a diminuire la capacità coordinativa, la capacità applicativa, l'iniziativa e l'attenzione. Non è tutto. Le anfetamine provocano anche disidratazione, disturbi gastrointestinali, mal di testa, ma nei casi più gravi allucinazioni, angina pectoris, infarto, ictus, disturbi alle valvole cardiache, ipertensione polmonare e molto altro ancora.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../anfetamine-dimagranti-MTc1Mw453

ictus

Russare, o meglio Sindrome dell’Apnea ostruttiva

La sindrome di apnea ostruttiva è un disturbo che fa respirare male di notte, e può provocare ipertensione, aritmia cardiaca, cardiopatia ischemica e ictus, oltre a rischiare di rovinare un rapporto coniugale per colpa del fastidioso russare.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../russare-sindrome-dell-apnea-ostruttiva-ODI4

ictus

Infarto: a Rischio 2 Milioni di italiani

Pensare che anche coloro che hanno valori del colesterolo pari o leggermente inferiori ai 130 mg siano ugualmente a rischio di infarto e ictus cambia di molto i parametri di valutazione di un paziente.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../infarto-rischio-MTg5MQ453

ictus

Essere snelle e sane dopo i cinquanta

Il grasso che invece si accumula sull’addome è di tipo interno, viscerale e ha effetti negativi sul metabolismo e sul sistema cardiovascolare. Infatti, il suo accumulo produce delle sostanze dannose che portano ad una condizione di resistenza all’insulina favorendo il rischio di diabete, ictus e infarti.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../essere-snelle-e-sane-dopo-i-cinquanta-OTMz

ictus

Le nuove Scoperte sul Cioccolato

Ma c’è di più. Anche il German Institute of Human Nutrition ha eseguito alcuni studi sul cioccolato che dimostrano benefici per fegato e cuore. In sostanza, il cioccolato nero ridurrebbe il rischio di infarto e di ictus. Per l’Hospital Clinic di Barcellona, il cioccolato fondente apporta benefici anche ai malati di cirrosi epatica, diminuendo la pressione del sangue nel fegato.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../le-nuove-scoperte-sul-cioccolato-ODk2

ictus

Dieta mediterranea: un Aiuto al Cervello

I dati analizzati dal gruppo di ricerca concernono due milioni di persone volontarie che, nel corso di questi anni, si sono prestate per numerosi studi. Ma l'attenzione dei ricercatori si è focalizzata sull'ictus e la fase pre-clinica della demenza, contro le quali la dieta mediterranea sembra essere veramente un valido scudo.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../dieta-mediterranea-MTc0NQ453

ictus

L'Infarto e i Fattori di Rischio

Con il fumo si introducono sostanze nocive che possono creare alterazioni delle pareti vascolari. Chi ha la pressione alta e colesterolemia elevata si espone ad un rischio di infarto quadruplicato rispetto a un soggetto con pressione e colesterolemia nella norma. Colesterolo e trigliceridi favoriscono il restringimento delle pareti arteriose attraverso depositi di grasso mentre la pressione alta affatica il cuore.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../fibrillazione-atriale-cause-e-rimedi-MTIzNw

ictus

Fibrillazione atriale: Cause e Rimedi

Il rischio più serio è quello di andare incontro a un ictus. Infatti, se il cuore batte in maniera irregolare possono formarsi coaguli di sangue all’interno degli atri (le cavità superiori del cuore). Questi coaguli potrebbero poi viaggiare attraverso la circolazione sanguigna e arrivare al cervello, causando così un ictus.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../fibrillazione-atriale-cause-e-rimedi-MTIzNw

ictus

Colesterolo e Trigliceridi: conoscere per stare in Salute

Da premettere subito che le malattie cardiovascolari rappresentano in Italia un 45% di causa di morte. Per malattie cardiovascolari si intendono l'ictus, l'infarto, l'ipertensione arteriosa ecc.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../colesterolo-e-trigliceridi-conoscere-per-stare-in-salute-MTA0Nw

ictus

Il Pedometro Brucia Calorie

Ma funziona soprattutto a livello psicologico, contribuendo a motivare e ad aumentare del 27% l’attività fisica, camminando quindi 1,6km in più del normale, con almeno 0,38 punti in meno di massa corporea. La conseguenza è un beneficio enorme per la salute, con meno rischi di ictus, ipertensione,osteoporosi, depressione.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../il-pedometro-brucia-calorie-NjQw

ictus

Sindrome metabolica: conoscerla e curarla

Va da sé che maggiore è il numero di tali fattori di rischio, più è elevata la predisposizione della persona ad andare incontro a malattie cardiache e a eventi quali infarto e ictus.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../sindrome-metabolica-MTc2Mw453

ictus

Xantelasma: attenti al Cuore

In definitiva, più di 1.870 partecipanti negli anni successivi hanno avuto un infarto e quasi 3.800 hanno sviluppato malattie cardiache; circa 1.500 hanno avuto un ictus e 1.815 hanno sviluppato malattie cerebrovascolari. Complessivamente, prima della conclusione dello studio nel 2009, ci sono stati tra i pazienti monitorati 8.500 decessi.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../depressione-omega-3-MTcyMw453

ictus

Diabete correlato al Morbo di Alzheimer

"Può anche causare danni ai vasi sanguigni sia grandi che piccoli." La conseguenza è la riduzione della quantità di ossigeno che raggiunge il cervello. "Inoltre, aumenta il rischio di avere un ictus con effetti distruttivi per le cellule celebrali".

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../diabete-morbo-di-alzheimer-MjIyOA453

ictus

Colesterolo e Trigliceridi: le nuove Linee Guida

Queste ultime vengono consigliate ora anche per anziani e donne, con l’abbassamento del rischio di ictus negli over 65. Tra le categorie a rischio anche le donne dopo la menopausa: nell'Unione Europea muore di malattie cardiovascolari il 55 per cento delle donne contro il 43 per cento degli uomini.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../colesterolo-trigliceridi-MjE2NQ453

ictus

Fosfati: cosa sono?

In particolare, un eccesso di fosfati nel sangue potrebbe portare a sviluppare l’aterosclerosi, una patologia grave che causa un indurimento delle pareti delle arterie, con conseguente formazione di placche. Da qui agli esiti letali di ictus e infarto il passo è purtroppo molto breve.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../fosfati-MjA5Mw453

ictus

La Felicità rende il Cuore più forte

Che la collera faccia male al cuore e i dispiaceri predispongano le persone ad infarti ed ictus, ormai non è più solo una leggenda metropolitana. Ma sapevi che la felicità, al contrario, rafforza il nostro motore interno?

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../felicita-MjEyMg453

ictus

La Paralisi di Bell: quando il Freddo paralizza il Volto

Molto utile è anche la ginnastica facciale, per mantenere il tono muscolare del volto. Occorre comunque sottolineare che questo disturbo è transitorio e non provoca danni, può spaventare perché il volto si presenta deformato e induce a pensare a malattie gravi come l’ictus, il tumore o la sclerosi multipla.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../la-paralisi-di-bell-quando-il-freddo-paralizza-il-volto-NjQ0

ictus

Dieta: dimagrire in Salute

L'aglio e la cipolla sono ricchi di allilsolfuri, sostanze benefiche per il cuore in quanto aiutano a ridurre il colesterolo rendendo più fluido il sangue; in questo modo ictus o molte patologie cardiovascolari possono essere prevenute con un loro consumo regolare.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../dieta-dimagrire-in-salute-NTQ5

ictus

Legalizzare il Doping: favorevole o contrario?

Se invece ad assumere queste sostanze è una donna a tutti questi danni si aggiunge anche l'irregolarità mestruale, la comparsa di peli sul corpo e l'abbassamento della voce. Inoltre possono manifestarsi modificazioni scheletriche, cardiopatie, ictus, diabete, ipertensione e tumore al colon.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../legalizzare-il-doping-favorevole-o-contrario-MTM2OA

ictus

Allergie e Vaccini, per saperne di più

Riguardo il raffreddore da fieno, va curato e prevenuto se possibile con il vaccino. Infatti, questo tipo di raffreddore può creare seri disturbi, come difficoltà nel riposo, nella concentrazione e nel rendimento scolastico e lavorativo. Inoltre, l’infiammazione costante può dare origine ad asma e ictus.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../allergie-e-vaccini-per-saperne-di-pi-ODky

ictus

Ottenere delle Patatine fritte un po' più sane!

Le statistiche non a caso dimostrano anche che le persone che assumono molto pesce fritto vanno maggiormente in contro a malattie cardiovascolari e ictus. Ma nel caso del pesce fritto dovranno preoccuparsi maggiormente gli inglesi: la cucina mediterranea infatti è praticamente ricca di ricette dove la frittura del pesce viene praticamente ignorata!

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../frittura-MTc0Mw453

ictus

Obesità in Italia, Cause e Patologie connesse

Malattie cardiovascolari: ischemia (infarto del miocardio), ipertensione arteriosa, ictus cerebrale.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../obesit-in-italia-cause-e-patologie-connesse-NTA0

ictus

Il Sonno ideale dura sette Ore

Charumathi Sabanayagam e Anoop Shankar della West Virginia University School of Medicine, hanno analizzato un campione di circa 30.400 persone e hanno rapportato il numero di ore che questi dichiaravano di dormire quotidianamente, compresi eventuali riposini pomeridiani, con il loro rischio cardiovascolare, ossia con la probabilità di sviluppare cardiopatie o eventi quali, per esempio, angina, infarto o ictus.

http://www.benesserevillage.it/browse/for/.../il-sonno-ideale-dura-sette-ore-MTE5Ng
Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute

Metabolismo

114 Pagine
€ 18,00

Scopri di più..
Accelerare il Metabolismo
close

Cambia prospettiva... Chi ha una marcia in più è solo chi ha deciso di cambiare il suo Metabolismo. A 30gg da adesso, immagina come cambierà in positivo la tua vita, una volta che hai finalmente eliminato i chili di troppo, superando quelle che erano le tue aspettative!!

Un manuale pratico che insegna a comprendere i meccanismi del metabolismo e offre soluzioni naturali per tutti coloro che hanno sempre provato a perdere peso.

Colesterolo

36 Pagine
FREE

Scopri di più..
Colesterolo - Come tenerlo sotto controllo con uno stile di vita sano
close

Il colesterolo alto è spesso frutto di una cattiva alimentazione e un cattivo stile di vita

Dagli insegnamenti della medicina fino alle soluzioni commerciali, nel manuale vengono prese criticamente in esame tutte le cause e propone delle soluzioni naturali per combatterlo. Il tutto con un linguaggio semplice e diretto, per far capire come potersi orientare tra tante proposte e tanta confusione.

Pancia Piatta

127 Pagine
€ 18,00

Scopri di più..
La dieta per la Pancia Piatta
close

Se vuoi dimagrire sulla pancia e sui fianchi, abbiamo elaborato un metodo basato su un programma molto aggressivo, capace di produrre grandi effetti proprio sulla zona del girovita e dei fianchi. Questo manuale svela i segreti per trasformare il grasso in muscoli e ottenere di conseguenza un fisico tonico e invidiabile. L'effetto perseguito è quello di un dimagrimento "intelligente", nei punti critici e non diffuso. Potrai finalmente perdere peso senza perdere curve e misure nei punti giusti

Probiotici

43 Pagine
FREE

Scopri di più..
Fermenti Lattici e Probiotici - Preservare la salute con l’ Alimentazione
close

Un buon funzionamento dell'intestino dipende dalla flora batterica, dalla temperatura e dal pH. Ma cosa sono e a cosa servono i probiotici? La loro principale funzione è quella di regolarizzare la funzionalità intestinale. Quali fermenti lattici sono più indicati in base alle nostre esigenze?

Cibi In- Cibi-Out

179 Pagine
€ 29.88

Scopri di più..
Cibi in - Cibi Out
close

Mettersi a dieta è una sofferenza per chiunque e proprio per questo le alternative sembrano essere solo due: o dieta a vita, oppure aumentare di peso.

In questo corso interattivo, conoscerai approfonditamente la terza alternativa: utilizzare i cibi termogenici della TID (termogenesi indotta), quali evitare per eliminare possibili intolleranze, gonfiore addominale e stipsi. Quali cibi invece devi inserire perchè cibi dall'effetto termogenico, drenante, disintossicante, diuretico, dimagrante. In grado di ristabilire l'equilibrio fisiologico perso e riportarti senza rinunce verso il giusto peso e una vita più attiva.

Ipertensione

24 Pagine
FREE

Scopri di più..
Ipertensione Arteriosa - Sintomi, dieta e rimedi contro la pressione alta
close

L'ipertensione arteriosa è tra le patolie più diffuse nel mondo industrializzato e rappresenta uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare, ne soffre infatti circa il 15-20% della popolazione. Tra i fattori correlati all'ipertensione troviamo sovrappeso, obesità addominali, familiarità, fattori metabolici e lo stile di vita. Ma qual è il ruolo del sale?

Meteorismo

19 Pagine
FREE

Scopri di più..
Meteorismo e Pancia Gonfia - Cause e rimedi
close

Il gonfiore addominale, che provoca nel paziente un forte disagio, è uno dei sintomi su cui il farmacista viene maggiormente consultato. In alcuni momenti della giornata, specialmente dopo pranzo, si può avvertire tensione ed accumulo di gas che causa spasmo e distensione addominale, che possono diventare molto evidenti; nelle ore serali l'aumento della circonferenza-vita può giungere fino a 10/12 cm.. La medicina definisce questi casi come "meteorismo".

Metabolismo

62 Pagine
FREE

Scopri di più..
Il Metabolismo - Dieta e Programma Fitness
close

Unito ad un programma di allenamento adeguato e una dieta specifica, accelerare il metabolismo può migliorare il nostro stile di vita. Il manuale spiega come accelerare il metabolismo con un linguaggio semplice e diretto, per far capire come potersi orientare senza fare confusione.

Stitichezza

16 Pagine
FREE

Scopri di più..
Stitichezza: Prevenzione e Cure
close

La stipsi, un disturbo funzionale della muscolatura intestinale, porta alla stitichezza. In Italia sono circa 9 milioni di donne e 4 milioni di uomini ne soffrono, e dopo i 60 anni ne soffre circa il 40% della popolazione. Ma quali sono le cause e come curarla? Quali sono le conseguenze della stipsi cronica? Quali sono i farmaci che possono essere usati per combatterla? Tutte le risposte, in modo semplice e preciso, nel pratico ebook scritto dalla Dott.ssa Maria Teresa Carani.

Cistite

25 Pagine
FREE

Scopri di più..
La cistite: Come prevenire infezioni e infiammazioni
close

Batteri, funghi, virus, stitichezza, alcuni metodi contraccettivi, un'igiene non corretta ma anche particolari condizioni dell'organismo, come gravidanza e menopausa, sono le cause più probabili della cistite. Il manuale aiuterà a comprendere quali sono i sintomi e quali condizioni favoriscono l'infezione.