La Candida e la Candidosi

STAMPA email

EMAIL
candidosi

redattore-frisetti
Fabio Frisetti




La candida è un parassita che appartiene alla famiglia dei miceti (funghi) e, nell'80% degli individui sani, vive normalmente nelle mucose del cavo orale, della vagina e del tratto gastrointestinale. Più nello specifico, la candida può essere definita un organismo saprofita (amico) che partecipa alla digestione degli zuccheri tramite un determinato processo di fermentazione, che si instaura nell'intestino di tutti gli esseri umani fin dalla nascita e qui vi rimane per sempre senza creare problemi almeno nella maggior parte dei casi, poichè un sistema immunitario efficiente riesce a contenere facilmente la proliferazione di questi funghi. Tuttavia, anche se raramente, in condizioni particolari come la debilitazione fisica e immunitaria dovuta all'uso prolungato di antibiotici o a stress psicofisici intensi, la candida può diventare patogena determinando così la candidosi. Questo fungo ha quindi una doppia natura: da un lato vive per tutta la vita in stretta relazione con il corpo umano traendone beneficio senza che il corpo stesso ne sia danneggiato, dall'altro si dimostra invece opportunista poichè approfitta di una situazione di immunodepressione e debilitazione per diffondersi in maniera eccessiva nell'organismo fino a provocare la candidosi, che se non curata può causare danni seri.
[CONOSCI IL TUO SISTEMA IMMUNITARIO? FAI IL TEST]




LA CANDIDOSI
SINTOMI E DIAGNOSI DELLA CANDIDA
I VARI TIPI DI FARMACI
DIETA CONTRO LA CANDIDA
RIMEDI NATURALI CONTRO LA CANDIDA
CONSIGLI UTILI PER LA PREVENZIONE


LA CANDIDOSI



La candidosi è una delle più frequenti infezioni da funghi che colpisce i soggetti con difese immunitarie piuttosto basse.

Estremamente contagiosa e sempre più diffusa, questa può essere trasmessa sessualmente oppure contratta come una semplice infezione micotica, in ogni caso si consiglia di evitare i rapporti sessuali non protetti con partner occasionali poichè, in caso di soggetto malato, si innescherebbe una reazione a catena di contagio che coinvolgerebbe i vari partner. Inoltre nel caso in cui venga contratta la candida vaginale, le possibilità di sconfiggerla con i farmaci convenzionali sono molto limitate poichè trattandosi di una malattia recidivante tende inevitabilmente a ripresentarsi. Esistono vari tipi di candidosi, vediamole sinteticamente.

La candidosi della pelle e delle unghie si manifesta rispettivamente con granulomi, aumento dello spessore della cute e verruche sulla pelle e sulle mucose della bocca, della laringe e dell'esofago o con un'infezione dell'unghia stessa.

La candidosi dell'apparato digerente, invece, tralasciando il caso specifico del mughetto che è molto frequente nei lattanti, è costante nei soggetti affetti da AIDS ma può colpire anche altri soggetti immunodepressi provocando deglutizione dolorosa, disfagia e bruciore retrosternale, mentre in altri casi può essere addirittura asintomatica.

La candidosi dell'apparato genitale colpisce con più frequenza le donne ma anche gli uomini non ne sono immuni. Le donne che ne vengono colpite, soprattutto in gravidanza o durante i trattamenti ormonali e antibiotici, hanno a che fare con arrossamenti della mucosa vaginale, placche biancastre, secrezioni vaginali, prurito e bruciore intimo, mentre nell'uomo generalmente può manifestarsi un eritema su glande e prepuzio con prurito e bruciore.

Decisamente più rare ma comunque in crescente sviluppo sono, invece, la candidosi respiratoria, che si manifesta nei pazienti affetti da malattie acute del sangue, e quella disseminata che a causa del coinvolgimento di vari organi può rivelarsi letale. 
[HAI DELLE PERDITE BIANCHE? SCOPRI COSA SONO]



CAUSE E FATTORI DI RISCHIO DELLA CANDIDA



Le principali cause che potrebbero favorire la trasformazione della candida da amica saprofita a spietata parassita opportunista, provocando l'insorgenza della candidosi, sono senza dubbio:

- le lunghe terapie antibiotiche e l'uso prolungato di farmaci cortisonici che indeboliscono le difese immunitarie;

- il diabete mellito non diagnosticato, poichè la presenza eccessiva di zuccheri tende a favorire l'azione patogena della candida;

- il sistema immunitario debilitato per via di qualche malattia o per intenso stress psicofisico come l'HIV, la chemio o radioterapia, il trapianto e le varie terapie antirigetto, ecc.

- anemia, carenze vitaminiche, alcolismo, tabagismo, abuso di droghe per via endovenosa, inquinamento, gravidanza, nascita prematura;

- l'onnipresente stress, depressione, insonnia, allergie, patologie digestives;

- traumi, ustioni e uso di cateteri intravascolari o urinari;

- alcune malattie autoimmunitarie come il Lupus e la sindrome di Sjiogren, oppure endocrine come le malattie tiroidee di cui soffrono tante donne;

- l'uso di contraccettivi orali che alterano la normale flora batterica vaginale e favoriscono, proprio per gli alti livelli di estrogeni, la proliferazione della candida;

- l'uso di contraccettivi meccanici intrauterini;

- i rapporti sessuali non protetti, sia con partner fissi che occasionali, che innescano il contagio reciproco tra la candida vaginale e le irritazioni di glande e prepuzio.
[IMPARA A RIDURRE E GESTIRE LO STRESS]



SINTOMI E DIAGNOSI DELLA CANDIDA



Naturalmente il quadro sintomatico della candidosi dipende fortemente dalla gravità dell'infezione e dallo stato di salute del soggetto affetto, ma in linea di massima i sintomi più frequenti sono:

- eritema localizzato ed erosioni cutanee;

- prurito e bruciore vaginale di variabile intensità e acuto dolore durante i rapporti sessuali, ovviamente lo stesso vale per gli uomini a livello del glande e del prepuzio (postite, balanite e balanopostite), anche se spesso la candidosi genitale maschile è asintomatica;

- perdite vaginali biancastre che ricordano la ricotta, in alcuni casi anche maleodoranti.

La diagnosi viene eseguita, dal proprio medico o da un ginecologo, sulla base dei sintomi attraverso un esame, detto TASC, che valuta la presenza di anticorpi specifici della candida. Per avere una diagnosi sicura si può ricorrere anche ad altri due metodi: l'analisi microscopica e colturale del materiale prelevato direttamente dal soggetto malato. Nel primo caso, l'analisi delle secrezioni vaginali permette di individuare le ife della candida, nel secondo, invece, viene effettuato un tampone vaginale, poi il fungo responsabile della candidosi viene isolato in un ambiente di coltura in modo tale da individuare a quale antibiotico risulta più sensibile.

Nel caso specifico della candidosi vaginale la diagnosi viene effettuata tramite un esame particolare, chiamato colposcopia, mentre nei casi più gravi, generalmente per confermare la diagnosi, si ricorre allo striscio.

I VARI TIPI DI FARMACI



Prima di fornire l'elenco dei farmaci maggiormente indicati per la cura della candidosi, ricordiamo l'importanza di consultare il proprio medico curante o comunque una specialista prima di assumere qualsiasi tipo di farmaco anticandidosi.

Antimicotici azolici - Per curare la candidosi cutanea, orale e vaginale si ricorre spesso agli antimicotici azolici che però non eliminano direttamente il fungo ma ne bloccano la proliferazione, in modo tale che il sistema immunitario del paziente possa eliminare il fungo lentamente. Per questo motivo la malattia può ripresentarsi una volta interrotta la terapia. Gli antimicotici per uso locale, quindi creme, gel, ovuli, candelette vaginali e lavande, sono indicati solo nel caso in cui la candidosi sia un episodio isolato e non un chiaro esempio di ricaduta e soprattutto solo se la donna non ha rapporti sessuali. La terapia per via orale, invece, ha una durata di 3-7 giorni, mentre nei casi specifici di soggetti diabetici si consiglia di ripetere il trattamento una volta al mese e nel caso di infezione recidiva è invece necessario ripetere il trattamento in corrispondenza del ciclo mestruale.

Tra gli antimicotici azolici a uso locale da applicare sulla zona infetta due volte al giorno, ricordiamo: l'acido undecilenico, il clotrimazolo e il miconazolo.

Tra gli antimicotici azolici per uso vaginale da applicare in vagina dai 3 ai 7 giorni consecutivi in base al farmaco prescritto, sono consigliatissimi il clotrimazolo sotto forma di compressa vaginale o crema da applicare prima di andare a letto e il miconazolo, anch'esso in forma di ovuli vaginali e crema da inserire o applicare in vagina prima di coricarsi.

Tra gli antimicotici azolici presi per bocca, i più utilizzati sono gli imidazolici, la ciclopiroxolamina e l'itraconazolo che vanno assunti generalmente una volta al giorno per un massimo di una o due settimane.

Antimicotici polienici - Per la cura delle candidosi sistemiche si può ricorrere all'uso degli antimicotici polienici che comprendono l'amfotericina e la nistatina. La prima, adatta al trattamento delle infezioni micotiche generalizzate, può essere somministrata per via locale o orale per un periodo che va da 1 a 7 giorni. La seconda, invece, particolarmente indicata nel trattamento delle infezioni intestinali e del cavo orale causate da candida, viene somministrata in forma di compressa più volte al giorno per un periodo di tempo stabilito dal medico in base alla gravità dell'infezione. In caso di candidosi avanzata, i farmaci contenenti nistatina vengono somministrati insieme agli antibiotici.

Echinocandine - I farmaci della classe Echinocandine agiscono inibendo l'enzima responsabile della sintesi della parete del micete. I farmaci più utilizzati sono il Cancidas e la Mycamine, un farmaco antibiotico fungicida impiegato sia nel trattamento che nella profilassi delle infezioni da candida. In caso di cura antibiotica contro la candidosi, si consiglia di assumere durante la terapia e nella settimana successiva integratori di fermenti lattici o, nel caso delle donne, ovuli vaginali così da riequilibrare velocemente la flora batterica vaginale e gastrointestinale.

Farmaci per la cura della vulvovaginite da candida - Nel caso specifico di vulvovaginite da candida i farmaci consigliati sono i medesimi finora indicati, ciò che cambia è generalmente la durata della terapia, che può estendersi anche fino ai 6 mesi. In ogni caso la terapia può essere locale e/o sistemica.

Trattandosi di una malattia sessualmente trasmissibile che può quindi infettare il partner innescando il meccanismo di reinfezione reiterata, è necessario un trattamento di coppia in modo tale che i farmaci prescritti alla donna siano assunti coscienziosamente anche dal partner apparentemente sano, infatti, ricordiamo che nell'uomo la candidosi è frequentemente asintomatica, non dà quindi alcun fastidio o problema.
[FARMACI: SCOPRI QUALI SONO NOCIVI]



DIETA CONTRO LA CANDIDA



È ben noto che una dieta equilibrata abbinata a una regolare attività fisica e a uno stile di vita sano aiuti a potenziare le difese immunitarie dell'organismo, impendendo così l'insorgenza di alcune malattie, tra cui la candidosi.

Prima di intraprendere la dieta contro la candida, che ha appunto l'obiettivo di impedire l'eccessivo proliferare di questo fungo nell'organismo umano sottraendogli ogni fonte di nutrimento, è necessario rivolgersi a un medico o nutrizionista, così da evitare di imbattervi in diete troppo restrittive che finirebbero col fare più danni che altro.

La durata della dieta varia secondo la salute generale dell'organismo e la gravità dell'infezione, ma nella maggior parte dei casi per vedere i primi risultati sono necessarie almeno 4 settimane, quindi potrebbero essere richiesti alcuni mesi.

Ricordiamo inoltre che nella fase iniziale della dieta, può capitare che i sintomi peggiorino per via delle tossine dei microrganismi morenti e del nuovo regime alimentare cui l'organismo deve lentamente abituarsi, ma poco per volta i sintomi miglioreranno e si vedranno i primi risultati. In ogni caso, anche a dieta conclusa, per evitare ricadute e a scopo puramente precauzionale si consiglia di moderare comunque il consumo di alcuni alimenti che adesso andremo a indicare.

La dieta anticandida prevede in primo luogo l'allontanamento dalla propria alimentazione di zuccheri, alcolici e cibi ricchi di lieviti. Secondo gli esperti tra gli alimenti che andrebbero eliminati, rientrano:

- la frutta, sia zuccherina che secca, che contiene alti livelli di saccarosio. In particolare, si sconsigliano gli agrumi e gli arachidi;

- buona parte dei cereali, i lieviti, le patate e i funghi;

- latte e latticini, creme e gelati poichè contenenti lieviti e muffe che andrebbero ad aggravare l'infezione;

- zuccheri e dolciumi in generale che forniscono ciò di cui si nutre il fungo della candida, cioè il glicogeno;

- pasta, pane e vari carboidrati, poichè questi prima di essere assorbiti dall'organismo  devono essere trasformati e una buona parte di loro viene mutata in glicogeno;

- bevande zuccherate e alcoliche come la coca cola e la birra;

- cibi affumicati o ricchi di conservanti;

- caffè, cioccolato, aceto, succhi di frutta, tè e alcune spezie.

Gli alimenti che andrebbero assunti con moderazione sono: pasta e riso integrali, carne e pesce che possono essere assunti massimo 3 volte alla settimana.

Via libera invece per le verdure, purchè non generino fermentazione, la carne magra, le uova, l'aglio, l'olio di oliva e lo yogurt bianco, magro o intero, non zuccherato mentre quelli alla frutta sono vivamente sconsigliati.
[SCARICA LA DIETA DELLA LONGEVITÀ]



RIMEDI NATURALI CONTRO LA CANDIDA



Laddove la medicina convenzionale a volte non basta, le terapie omeopatiche o il ricorso a rimedi naturali e fitoterapici possono fare la differenza nella cura della candida che sfortunatamente, in alcuni casi, tende a diventare recidivante.

Spesso i rimedi naturali si dimostrano efficientissimi nel trattamento dei sintomi e dei disturbi causati da questo fungo. Tuttavia scegliere i rimedi naturali non deve andare di passo con il fai-da-te poichè potenziali rischi, controindicazioni e interazioni farmacologiche sono sempre in agguato, quindi si consiglia di consultare il proprio medico prima di cominciare la cura naturale che più vi aggrada.

In natura esistono diverse piante che si dimostrano utilissime nella cura della candida albicans, tra le principali indichiamo:

- il Pau d'Arco, proveniente dalla foresta amazzonica e dalle vaste aree tropicali sud-americane, è un albero dotato di proprietà antimicrobiche, antivirali e antiparassitarie in grado di combattere efficacemente batteri, funghi e lieviti;

- l'estratto di semi di pompelmo, utilissimo nella stimolazione delle difese immunitarie, è un ottimo antimicotico, antisettico, battericida e fungicida che agisce attivamente contro la candida, altre malattie micotiche e varie infezioni di mucose, pelle e vie respiratorie. Se utilizzato nei trattamenti anticandida per un paio di mesi, l'estratto di semi di pompelmo assicura risultati reali e duraturi, non per altro è efficace contro almeno 100 varietà di funghi, candida compresa;

- il Tea Tree Oil, un olio essenziale originario dell'Australia, ha notevoli proprietà disinfettanti, antimicrobiche, antisettiche e fungicide ed è particolarmente indicato per il trattamento delle infezioni vaginali, non solo causate da candida, irritazioni cutanee e infezioni del cavo orale;

- l'aglio è consigliatissimo per via delle sue proprietà antibatteriche, antisettiche e fungicide. Per evitare di mangiarlo, un'esperienza tutto fuorchè piacevole, in commercio esistono delle pillole perfettamente adatte a questo scopo;

- gli oli essenziali di timo e origano grazie alla loro azione antibatterica, antimicotica e antiparassitaria sono utilissimi nella cura delle vaginiti micotiche;

- i fermenti lattici, come il Lactobacillus acidophilus, Bifidumbacterium bifidum e Lactobacillus sporogenes, si dimostrano dei validi alleati anticandida e possono essere assunti regolarmente per via orale o vaginale;

- alcune sostanze omeopatiche per uso locale a base di calendula o propoli indicatissime per inibire il fungo;

- alcuni complementi a base di fibre solubili come la pectina, la gomma di guar, i semi di lino, ecc;

- il bicarbonato di sodio è invece consigliato per l'igiene intima grazie alla sua capacità di ristabilire il giusto pH delle mucose vaginali e alleviare il fastidioso prurito.

CONSIGLI UTILI PER LA PREVENZIONE



Per prevenire la candidosi e proteggerci dalle fastidiose irritazioni causate dalla candida, è opportuno seguire alcune piccole regole fondamentali.
Vediamole insieme:

- usare biancheria di cotone, naturale al 100%, in grado di garantire freschezza e protezione;

- preferire gli assorbenti interni ricordando di cambiarli ogni 6-8 ore per una questione di igiene e protezione;

- non lavarsi per più di tre volte al giorno, tranne in caso di ciclo mestruale o attività fisica, per evitare di alterare i naturali meccanismi di difesa;

- evitare gli scambi di asciugamani con altri e usare il detergente intimo anche sotto la doccia;

- scegliere per l'igiene intima un sapone con pH acido testato clinicamente, indispensabile per le donne in età fertile;

- evitare le lavande intime che possono modificare il pH vaginale;

- in estate sarebbe opportuno fare la doccia subito dopo il bagno in mare così da evitare irritazioni causate dalla salsedine e inoltre evitare di restare troppo a lungo con indosso il costume bagnato e di sedersi sulla sabbia, sui bordi di piscine, spogliatoi o wc pubblici in modo da scongiurare la trasmissione e proliferazione di funghi e germi;

- proteggersi con il preservativo durante i rapporti sessuali, ancor più se con partner occasionali;

- non trascurare l'importanza delle visite ginecologiche fin dall'età di 13-15 anni.





Seguici su Google+



calcio

denti

pancia


Articoli su "Candida e Candidosi"



candida

Proteggersi dalla Candida con la Dieta

La Candidosi, cioè la vaginite causata dal un microorganismo noto come "Candida", è diffusissima nella popolazione femminile. Per proteggersi da questa infezione o per curarla al meglio una volta comparsa la dieta è fondamentale. Vediamo perchè. La "Candida", o meglio la Vaginite da Candida, è una infezione delle mucose vulvo-vaginali che ha come sintomi più comuni arrossamento, gonfiore e perdite vaginali dalla consistenza inequivocabile (simili a ricotta).

http://www.benesserevillage.it/.../candida-alimentazione-MjM0NA453

candida

Candida: i Rimedi naturali

Il termine Candida si utilizza solitamente per designare un'infezione provocata da un fungo che riguarda le zone genitali soprattutto femminili ma anche maschili. Di norma il fungo più comune è quello albicans, ma esiste anche il glabrata più raro. La Candida albicans è un fungo che abita regolarmente nel nostro intestino e con il quale, se stiamo bene, abbiamo un buon rapporto di convivenza.

http://www.benesserevillage.it/.../candida-MTk0Ng453

candida

Candida, in Estate il Rischio è maggiore

L'estate è la stagione del divertimento con gli amici, delle giornate di relax in spiaggia e delle avventure amorose ma è anche il momento dell'anno in cui è più facile contrarre una infezione intima. Prima fra tutte c'è la candida, o meglio la "candidosi", cioè un'infezione delle mucose vulvo-vaginali che può causare prurito, gonfiore e perdite molto caratteristiche.

http://www.benesserevillage.it/.../candida-in-estate-il-rischio--maggiore-MjExNg

candida

Candidosi e Fermenti Lattici

Abitualmente presente nell'organismo umano la "candida", lievito microscopico, è controllato nella sua proliferazione dai probiotici intestinali; quando per motivi diversi questi diminuiscono di numero, essa si moltiplica e può trasformarsi da lievito in fungo con ife. In tale situazione la candida può muoversi e penetrare anche nello strato delle mucose che rivestono le pareti dei diversi organi del corpo umano.

http://www.benesserevillage.it/.../fermenti-lattici-candidosi-MTYzMg453

candida

Disbiosi e Disturbi intestinali

L'eccesso di grassi e proteine nella dieta può determinare uno squilibrio a favore di specie batteriche che promuovono la putrefazione, con aumento di gas intestinali; così come una dieta troppo ricca di zuccheri causa iperfermentazione intestinale con conseguente sviluppo di gas e di lieviti come la "Candida". Il ridotto contenuto di fibre della dieta attuale (che rende il colon flaccido, cioè con pareti deboli) e il ristagno di materiali di rifiuto (che esercita una pressione contro la parete del colon) determinano la formazione di piccole sacche, i cosiddetti DIVERTICOLI, punti in cui il colon inizia a cedere.

http://www.benesserevillage.it/.../disbiosi-MTU3OA453

candida

Fermenti lattici e Flora intestinale

Fattori determinanti per mantenere una flora intestinale equilibrata sono: la dieta, l'attività fisica, una evacuazione regolare, l'ingestione di adeguate quantità di liquidi. è infatti la flora intestinale quella che colma carenze nutrizionali, attiva il sistema immunitario, protegge da sostanze tossiche, controlla lo sviluppo di miceti che, come la candida, determinano patologie aggressive soprattutto nei riguardi del corpo femminile. La flora sostiene e promuove importanti funzioni intestinali.

http://www.benesserevillage.it/.../floraintestinale-MTU0OA453

candida

Igiene intima e Sessualità: l'Esperto risponde

"Si tratta in entrambi i casi di infezioni vaginali molto diffuse tra la popolazione femminile. La vaginite fungina è causata da un fungo (o lievito) denominato "Candida", che è normalmente presente nella flora batterica vaginale ma che si mantiene in equilibrio con l'immunità locale e con gli altri microrganismi vaginali tra cui il più importante è il Bacillo di Doderlein.

http://www.benesserevillage.it/.../igiene-intima-MjI1Mg453

candida

Le Unghie: Specchio dell'Anima

Se le unghie sono più spesse e hanno perso la trasparenza assumendo un colorito bianco giallastro con margine frastagliato è verosimile che la causa sia un'infezione fungina, per esempio da Candida. Da non trascurare anche altre manifestazioni, talvolta compaiono delle depressioni puntiformi delle dimensioni di una punta di spillo, in presenza d'ispessimento e opacità si è a rischio psoriasi.

http://www.benesserevillage.it/.../Disturbi%20e%20Malattie/le-unghie-specchio-dell-anima-MTc2

candida

Scottature e Gastroenteriti per Colpa del Sole

Vi sono anche i problemi della pelle, le micosi (funghi) e le più comuni infezioni ginecologiche (come la candida), microrganismi che possono annidarsi tra le fibre della plastica dei lettini e delle sdraio degli stabilimenti balneari, sugli asciugamani umidi e tra le pieghe del costume da bagno. E' fondamentale rivolgersi al medico per le punture di insetti o per le ormai sempre più frequenti irritazione causati da incontri ravvicinati con le meduse.

http://www.benesserevillage.it/.../Prevenzione%20malattie/scottature-e-gastroenteriti-per-colpa-del-sole-MTMy

candida

La Cistite

Nel 80% dei casi l'infezione è da attribuire ai microorganismi che causano le vaginiti, come il trichomonas, la clamydia, la candida, il micoplasma e l'urea-plasma. Infatti quando si abbassano le difese dell'organismo, questi patogeni prendono il sopravvento e possono raggiungere la vescica infettandola;

http://www.benesserevillage.it/.../cistite.php

candida

Escherichia Coli e Infezioni del Tratto urinario

Dobbiamo poi sempre ricordarci che nella donna tutti i disturbi delle basse vie urinarie possono essere scatenati anche da infiammazioni vaginali causate da microrganismi particolari come i Micoplasmi, le Chlamydiae, il Trichomonas o la Candida e che, soprattutto nei casi di cistite ricorrente e fastidiosa, può essere utile anche eseguire un preciso esame colturale su materiale prelevato tramite tampone vaginale e uretrale.

http://www.benesserevillage.it/.../Malattie/escherichia-coli-MjM5NA453


Metabolismo

114 Pagine
€ 18,00

Scopri di più..
Accelerare il Metabolismo
close

Cambia prospettiva... Chi ha una marcia in più è solo chi ha deciso di cambiare il suo Metabolismo. A 30gg da adesso, immagina come cambierà in positivo la tua vita, una volta che hai finalmente eliminato i chili di troppo, superando quelle che erano le tue aspettative!!

Un manuale pratico che insegna a comprendere i meccanismi del metabolismo e offre soluzioni naturali per tutti coloro che hanno sempre provato a perdere peso.

Colesterolo

36 Pagine
FREE

Scopri di più..
Colesterolo - Come tenerlo sotto controllo con uno stile di vita sano
close

Il colesterolo alto è spesso frutto di una cattiva alimentazione e un cattivo stile di vita

Dagli insegnamenti della medicina fino alle soluzioni commerciali, nel manuale vengono prese criticamente in esame tutte le cause e propone delle soluzioni naturali per combatterlo. Il tutto con un linguaggio semplice e diretto, per far capire come potersi orientare tra tante proposte e tanta confusione.

Pancia Piatta

127 Pagine
€ 18,00

Scopri di più..
La dieta per la Pancia Piatta
close

Se vuoi dimagrire sulla pancia e sui fianchi, abbiamo elaborato un metodo basato su un programma molto aggressivo, capace di produrre grandi effetti proprio sulla zona del girovita e dei fianchi. Questo manuale svela i segreti per trasformare il grasso in muscoli e ottenere di conseguenza un fisico tonico e invidiabile. L'effetto perseguito è quello di un dimagrimento "intelligente", nei punti critici e non diffuso. Potrai finalmente perdere peso senza perdere curve e misure nei punti giusti

Probiotici

43 Pagine
FREE

Scopri di più..
Fermenti Lattici e Probiotici - Preservare la salute con l’ Alimentazione
close

Un buon funzionamento dell'intestino dipende dalla flora batterica, dalla temperatura e dal pH. Ma cosa sono e a cosa servono i probiotici? La loro principale funzione è quella di regolarizzare la funzionalità intestinale. Quali fermenti lattici sono più indicati in base alle nostre esigenze?

Cibi In- Cibi-Out

179 Pagine
€ 29.88

Scopri di più..
Cibi in - Cibi Out
close

Mettersi a dieta è una sofferenza per chiunque e proprio per questo le alternative sembrano essere solo due: o dieta a vita, oppure aumentare di peso.

In questo corso interattivo, conoscerai approfonditamente la terza alternativa: utilizzare i cibi termogenici della TID (termogenesi indotta), quali evitare per eliminare possibili intolleranze, gonfiore addominale e stipsi. Quali cibi invece devi inserire perchè cibi dall'effetto termogenico, drenante, disintossicante, diuretico, dimagrante. In grado di ristabilire l'equilibrio fisiologico perso e riportarti senza rinunce verso il giusto peso e una vita più attiva.

Ipertensione

24 Pagine
FREE

Scopri di più..
Ipertensione Arteriosa - Sintomi, dieta e rimedi contro la pressione alta
close

L'ipertensione arteriosa è tra le patolie più diffuse nel mondo industrializzato e rappresenta uno dei maggiori fattori di rischio cardiovascolare, ne soffre infatti circa il 15-20% della popolazione. Tra i fattori correlati all'ipertensione troviamo sovrappeso, obesità addominali, familiarità, fattori metabolici e lo stile di vita. Ma qual è il ruolo del sale?

Meteorismo

19 Pagine
FREE

Scopri di più..
Meteorismo e Pancia Gonfia - Cause e rimedi
close

Il gonfiore addominale, che provoca nel paziente un forte disagio, è uno dei sintomi su cui il farmacista viene maggiormente consultato. In alcuni momenti della giornata, specialmente dopo pranzo, si può avvertire tensione ed accumulo di gas che causa spasmo e distensione addominale, che possono diventare molto evidenti; nelle ore serali l'aumento della circonferenza-vita può giungere fino a 10/12 cm.. La medicina definisce questi casi come "meteorismo".

Metabolismo

62 Pagine
FREE

Scopri di più..
Il Metabolismo - Dieta e Programma Fitness
close

Unito ad un programma di allenamento adeguato e una dieta specifica, accelerare il metabolismo può migliorare il nostro stile di vita. Il manuale spiega come accelerare il metabolismo con un linguaggio semplice e diretto, per far capire come potersi orientare senza fare confusione.

Stitichezza

16 Pagine
FREE

Scopri di più..
Stitichezza: Prevenzione e Cure
close

La stipsi, un disturbo funzionale della muscolatura intestinale, porta alla stitichezza. In Italia sono circa 9 milioni di donne e 4 milioni di uomini ne soffrono, e dopo i 60 anni ne soffre circa il 40% della popolazione. Ma quali sono le cause e come curarla? Quali sono le conseguenze della stipsi cronica? Quali sono i farmaci che possono essere usati per combatterla? Tutte le risposte, in modo semplice e preciso, nel pratico ebook scritto dalla Dott.ssa Maria Teresa Carani.

Cistite

25 Pagine
FREE

Scopri di più..
La cistite: Come prevenire infezioni e infiammazioni
close

Batteri, funghi, virus, stitichezza, alcuni metodi contraccettivi, un'igiene non corretta ma anche particolari condizioni dell'organismo, come gravidanza e menopausa, sono le cause più probabili della cistite. Il manuale aiuterà a comprendere quali sono i sintomi e quali condizioni favoriscono l'infezione.