Salute-

Prevenzione malattie

Edema in Gravidanza


STAMPA email

EMAIL
edema

Claudia Pintus

Articolo scritto il 17-5-2013.


Ledema in gravidanza un disturbo molto frequente. Vediamo nello specifico questo fenomeno, che pu rendere la dolce attesa pi faticosa del previsto.

[EDEMA: TIPOLOGIE, CAUSE E CURE]


Perch in gravidanza si soffre di edema a gambe, piedi e caviglie?

Ci sono tre fattori che concorrono a far s che si manifesti il gonfiore durante i nove mesi:

1. Fattori ormonali. Aumenta la produzione di estrogeni, progesterone e altri ormoni;

2. Fattori biochimici. Aumenta la componente liquida nel sangue rispetto a quella proteica;

[INFARTO: SINTOMI E CURE]

3. Fattori vascolari. C unimportante vasodilatazione.

[ICTUS: CAUSE E FATTORI DI RISCHIO]


Anche la compressione dellutero un fattore rilevante: infatti, la pressione esercitata dal feto rende difficoltoso il ritorno di sangue e i liquidi, pertanto, cominciano ad accumularsi sotto. Da qui proviene il cosiddetto edema.


In quale periodo della gravidanza si presentano questi gonfiori?

Si tratta di un disturbo abbastanza diffuso in tutti i nove mesi, ma, naturalmente, si accentua soprattutto nellultimo trimestre, quando il peso uterino si fa via via pi importante. Se tutto ci coincide poi con i mesi estivi, ci si mette anche il caldo: aumenta la gi citata vasodilatazione rallentando ulteriormente la circolazione linfatica e venosa.


C bisogno di contattare un medico?

Generalmente no. Come abbiamo illustrato, infatti, ledema dovuto a fattori di vario tipo legati proprio alla condizione della donna durante i nove mesi. Tuttavia, quando ledema va ad interessare anche altre zone del corpo, come per esempio il viso o le mani, opportuno rivolgersi al proprio medico per eventuali analisi chiarificatrici.

[INTEGRATORI ALIMENTARI: QUANTI E QUALI ASSUMERE]


E uno stato che si protrae dopo il parto?

Assolutamente no. Il fisico della donna ritorna gradualmente alla normalit dopo il parto.


Rimedi di vario tipo e accorgimenti per evitare e contrastare ledema.

Potrebbe essere utile, per evitare gonfiori eccessivi, limitare, per quanto possibile, leccessivo aumento di peso. Infatti questo peggiorerebbe il fenomeno di compressione dei vasi sanguigni.

[RIMEDI PER LA PELLE SECCA]

Il massaggio dal basso verso lalto, magari con una pomata specifica o con una crema rinfrescante, potrebbe rivelarsi un ottimo alleato contro ledema, perch favorisce la circolazione linfatica e combatte il ristagno dei liquidi.

Bere spesso e molto. Sono consigliati almeno due litri di acqua al giorno.

Limitare lutilizzo di sale e cibi che possono favorire il formarsi di ritenzione idrica.

Potete abbondare con il sale solo in un modo: tanto sale grosso per un bel pediluvio. Richiamer i liquidi verso lesterno, aiutandovi a provare sollievo.

Quando ci si sdraia, opportuno posizionare dei cuscini sotto le gambe, per tenerle in posizione rialzata.

Al mare: ottime le passeggiate in acqua.

Evitare i farmaci diuretici, lesposizione diretta al sole, e la sedentariet.

[COME TENERE SOTTO CONTROLLO LA PRESSIONE ARTERIOSA]


Quali sono i rimedi naturali pi utilizzati per risolvere il problema delledema?

Tutte le creme di erboristeria a base di ippocastano sono ottimi rimedi naturali contro il gonfiore. Vanno benissimo anche le creme o i gel rinfrescanti a base di t: rosso, verde, bianco. Tutti questi prodotti vanno sempre applicati tramite un leggero massaggio dalle caviglie verso il cuore.

Visto che i farmaci diuretici sono da evitare, si pu ricorrere ai diuretici offerti dalla natura, che comunque contrastano la ritenzione idrica e laccumulo di liquidi. Per esempio, sono ottimi i semi di sedano, molto drenanti. Potete assumerli in tisane o capsule, nella forma che preferite. Anche la radice di bardana molto utile per pulire il sangue e drenare. Si pu assumere come t o utilizzare per dei pediluvi. Anche il prezzemolo unerba diuretica, sebbene il suo effetto non sia eccezionale.

[DIARREA: CAUSE E RIMEDI]

Molto efficace lequiseto: chiedete in erboristeria lequisetum arvense, perfetto per preparare delle ottime tisane.

Anche lo sport, se il medico ve lo consente, un ottimo alleato. Cyclette, acquagym e ginnastica dolce sono le attivit migliori. Da accompagnare sempre con una respirazione lenta e profonda.

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute