Salute-

Prevenzione malattie

Diverticolite: dieta, prevenzione e cure


STAMPA email

EMAIL
diverticolite

I Diverticoli sono delle piccole “sacche” che compaiono nel colon dai 40 anni in su per diverse cause collegate all’alimentazione e allo stile di vita. In genere sono innocue e non ci si accorge di averle finché non danno origine alla cosiddetta Diverticolite. Vediamo di cosa si tratta e perché è importante prevenire questa patologia per non avere problemi con il passare del tempo.

 

LEGGI ANCHE:  STITICHEZZA E FERMENTI LATTICI

 

Le estroflessioni della superficie interna dell’apparato digerente chiamate Diverticoli possono originarsi in varie aree del corpo, come la gola, lo stomaco e l’intestino. Nella maggior parte dei casi la comparsa dei Diverticoli si riscontra nella parte sinistra del colon, proprio sopra il retto. La causa principale è un malfunzionamento del transito intestinale ed una difficoltà nella mobilitazione delle feci tramite le contrazioni peristaltiche. Il risultato è una maggiore pressione nelle pareti dell’intestino, che si estroflette.

 

Un Diverticolo non è di per sé dannoso né pericoloso finché non si infiamma, dando origine alla cosiddetta Diverticolite. Fortunatamente la percentuale di persone che hanno i Diverticoli e che sviluppano la Diverticolite è bassa: circa il 15-20 per cento. L’infiammazione dei Diverticoli si manifesta con i seguenti sintomi:

 

  ·      forti dolori addominali,

  ·      orinazione dolorosa,

  ·      sangue dal retto,

  ·      gonfiore,

  ·      febbre,

  ·      nausea,

  ·      vomito.

 

La Diverticolite può manifestarsi con diversi gradi di pericolosità. Quando è lieve può essere trattata con un cambio nello stile di vita e nella dieta e con la somministrazione di antibiotici. Nei casi più complessi, invece, può essere necessario ricorrere all’intervento chirurgico.

 

VEDI ANCHE:  DISBIOSI E DISTURBI INTESTINALI

 

Per prevenire la Diverticolite è importante avere uno stile di vita corretto ed un’alimentazione equilibrata, ricca di liquidi e fibre.

 

Il primo passo è ridurre la pressione nell’apparato digerente ed in particolare nell’intestino: mangiate frutta, verdura e cereali in abbondanza.

 

Un altro rimedio molto efficace è bere almeno 2 litri di acqua al giorno, meglio se lontano dai pasti.

 

Quando sentite lo stimolo di andare in bagno, non trattenetevi mai perché, così facendo, indurirete le feci e aumenterete la difficoltà di espellerle. 

 

Lucia D'Addezio

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute