Salute-

Disturbi e Malattie

Povero orecchio, nessuno se ne cura: salvaguardare l'Udito


STAMPA email

EMAIL
orecchio
Leggi lo Speciale Diabete mellito

Non ci facciamo troppo caso alle nostre orecchie, eppure la sordità rappresenta il 47% delle malattie professionali e colpisce più di centoventimila lavoratori.



Anche i bambini purtroppo non ne sono immuni: in Italia un bambino su trecento nasce con problemi uditivi ed alcuni presentano sordità profonda. Le cause di ciò possono essere danni avvenuti nel feto o al momento del parto, malattie genetiche o infettive come la parotite, la meningite ed altre. Nei piccoli il problema dell'udito spesso porta loro ad essere muti anche se le corde vocali sono normali. Per quanto riguarda i piccoli è importantissimo accorgersi in tempo di eventuali problemi all'orecchio, infatti dopo i tre anni di età un recupero della funzione uditiva può essere solo parziale. Anche l'otite può causare dei seri danni e siccome i bimbi ne soffrono di più degli adulti è bene stare in guardia affinché una semplice infiammazione alle tube di Eustachio non si trasformi in un danno semi-permanente alle orecchie.

 

Si stima che otto milioni di italiani soffrano di ipoacusia, ne erano colpite soprattutto le persone di età superiore ai 65 anni (la statistica dice una persona su tre); oggi infatti anche i giovani accusano il disturbo (solo i bambini si stima siano cinquantaseimila....).

 

La sordità negli adulti è spesso progressiva ed irreversibile, per questo è molto importante imparare a cogliere tutti quei piccoli segnali che ci possono essere in caso di problema iniziale. Alcuni di questi segnali sono i fischi, percezione delle frequenze sonore distorta, i ronzii ed anche le vertigini.

 

È opportuno effettuare controlli periodici, per assurdo anche le protesi acustiche non servono a molto se non sono utilizzate fin dall'inizio della comparsa del problema. Anche in caso di ipoacusia dell'anziano (presbiacusia) è importante la prevenzione ed il tempestivo controllo.

 

Non è semplice fare passare questo concetto perché la maggioranza delle persone non vi presa attenzione, tuttavia un calo uditivo può far peggiorare drasticamente la qualità di vita: isolamento, depressione, ridotte abilità ecc.

 

Molto spesso chi arriva a scegliere un apparecchio acustico lo fa perché ormai non sente quasi niente e purtroppo l'apparecchio in sé non fa miracoli... la parola chiave è prevenzione, ma anche tempestività.

 

La causa maggiore della sordità è da ricercare nell'esposizione continua e prolungata al rumore (maggiore di 80 decibel che rappresenta il limite di sicurezza); infatti non per niente è una delle più diffuse malattie professionali; è da notare che l'udito non riposa mai, anche di notte quando dormiamo l'orecchio continua a percepire tutti i suoni intorno! Anche i farmaci o malattie come il diabete possono causare sordità.

 

L'ipoacusia può comunque essere momentanea soprattutto in caso di otite catarrale o nel caso in cui si sia formato un tappo di cerume, in questo caso è l'orecchio esterno e/o medio ad essere colpito (padiglione auricolare, condotto problemi di uditouditivo, timpano ecc.). ed i disturbi si combattono con i farmaci specifici o intervenendo localmente.

 

Se invece è colpita la coclea, cioè l'orecchio interno, ed il nervo acustico di solito non c'è nulla da fare in quanto le cellule sensoriali non si rigenerano. C'è una speranza però: la biotecnologia al momento offre una soluzione che funziona solo se il nervo acustico è intatto e consiste nell'innesto sotto la pelle, dietro il padiglione auricolare, di un dispositivo elettronico chiamato orecchio bionico.

.....................................................................................................................................................................................................................

Vuoi saperne di più sui Disturbi e sulle Malattie? Sindrome premestruale: 8 donne su 10 ne soffrono - Chirurgia bariatrica e anemia: vale la pena operarsi per obesità?

Articoli correlati per keywords: Salute - Malattie

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute