Salute-

Bambini

Rooming in : Vantaggi e Alternative


STAMPA email

EMAIL
allattamento neomamma

Il rooming in è una prassi ospedaliera consolidata che offre alle neomamme la possibilità di tenere in camera il bambino per tutto il tempo della degenza



Il rooming in è una pratica utilizzata con successo da oltre dieci anni e consigliata da pediatri, neonatologi, nutrizionisti e psicologi. Quali sono i vantaggi del rooming in?

 

1. Favorisce l’attaccamento al seno e quindi l’allattamento. Il bambino, infatti, ha la possibilità di attaccarsi al seno nelle prime ore successive al parto con un duplice vantaggio: favorire la montata lattea e succhiare liberamente il colostro (precursore del latte materno in grado di fornire al piccolo gli anticorpi necessari per rafforzare il suo sistema immunitario). Inoltre la presenza del neonato nella stessa stanza 24 ore su 24 favorirebbe l’allattamento a richiesta consigliato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

 

2. Favorisce il fisiologico processo di attaccamento madre-bambino. Subito dopo la nascita, infatti, è importante per il bambino poter continuare il rapporto simbiotico e di vicinanza dei precedenti nove mesi. Il neonato ha bisogno del contatto fisico e di essere tranquillizzato dalla voce della sua mamma. Inoltre con il rooming in i neogenitori possono abituarsi al piccolo e fare pratica sotto la guida, i consigli e gli occhi attenti dei neonatologi e delle puericultrici. In questo modo il ritorno a casa è meno spaventoso e incerto per i genitori che ormai hanno acquisito la giusta sicurezza nelle loro capacità.

 

Logicamente il rooming in può essere difficile per una donna che ha subito un parto molto lungo o difficile o che ha subito il cesareo. In tutte queste situazioni (e anche per chi nonostante il parto senza complicazioni si sente troppo stanco per il rooming in) esistono delle valide alternative: Il rooming-in diurno. In questo caso il bambino viene accudito dai genitori durante le ore diurne ma poi la sera viene riaffidato alla nursery per consentire alla neomamma di riposarsi e di riprendersi dal parto. Il nido aperto che consiste nel rendere accessibili in qualsiasi momento i locali della nursery per i genitori che, attraverso il contatto prolungato con il nuovo nato, imparano ad accudirlo e a soddisfare i suoi primi essenziali bisogni (cambiargli il pannolino, fargli il bagnetto, vestirlo, medicargli il cordone ombelicale ecc).

 

Dott.ssa Giorgia Penserini

 

..................................................................................................................................................................................


Vuoi saperne di più sul benessere del bambino? Ibambini nati in estate sono più alti - I benefici dell'allattamento materno

 

Articoli correlati per keywords: Salute - Bambini

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute