Fitness-

Allenamento

Interval Training: perché e come allenarsi


STAMPA email

EMAIL
allenamento

Leggi lo Speciale Scegliere un personal trainer

Volete perdere qualche chilo di troppo o rimettervi in forma in poco tempo. Provate l’Interval Training!

 

L’Interval Training (o “Allenamento Intervallato”, come è conosciuto in Italia) è un metodo di preparazione atletica molto noto ed ampiamente impiegato tra i professionisti in molte discipline sportive. Si tratta di un allenamento intensivo che viene, appunto, “intervallato” da momenti di riposo.

 

Ideato e messo in pratica per la prima volta in Svezia negli anni ’30, l’Interval Training costringe il corpo dell’atleta a maggiori sforzi e ad un miglioramento più rapido grazie alla presenza di fasi, dette “intervalli”, di grande intensità sportiva cadenzate da altrettante fasi di bassa intensità, dette “periodi di riposo”. Da questa sua peculiarità deriva il nome originario della disciplina oggi nota come Interval Training, cioè “Fartlek”, che in Svedese significa “gioco veloce”.

 

Questo metodo di allenamento ad intervalli viene adottato da molti atleti a livello agonistico e professionale, soprattutto corridori, nuotatori e ciclisti. Ciò, però, non vieta anche ai non professionisti di sfruttare le eccezionali potenzialità di questo training. Ma quali sono i pro dell’Interval Training per gli sportivi a livello amatoriale?

 

Tra i miglioramenti offerti dall’Interval training ci sono:

 

  1. il rafforzamento del sistema cardiovascolare;
  2. l’affinamento delle capacità aerobiche;
  3. la possibilità di bruciare molte più calorie rispetto ai training normali;
  4. la possibilità di massimizzare gli sforzi nei periodi di lavoro intensivo e di continuare l’esercizio in maniera più blanda durante quelli di riposo.


Facciamo un esempio per provare l’Interval Training comodamente in casa.

 

Usando la funzione inclinata del tapis roulant, riscaldatevi per 5-10 minuti (velocità di 3-3,5 Km/h). Scendete dal tapis roulant e fate un po’ di stretching per 2 minuti. Tornate sul tappeto ed aumentate la pendenza. Camminate con un ritmo di 3-4 Km/h per 1 minuto. Abbassate la pendenza a 0 e camminate (o correte) al ritmo che prediligete di solito. Ripetete la sequenza.

 

Lucia D'Addezio

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute