Dieta-

Metabolismo

Mangiare poco e spesso fa bene?


STAMPA email

EMAIL
mangiare-spesso



Articolo scritto il 15-10-2013.


Mangiare poco e spesso fa veramente bene? Assolutamente s, in quanto pare proprio che questa determinata scelta alimentare sia la chiave per mantenersi in forma e tenere sotto controllo la salute, a patto che si scelgano per cibi sani e metodi di cottura adeguati, preferendo quindi frutta e verdura di stagione, cibi non raffinati e poveri di grassi, alcuni tipi di condimenti, la cottura a vapore, eccetera.



Naturalmente quanto detto finora sostenuto da alcuni studi, come quello condotto dai ricercatori dellImperial College di Londra, secondo cui i soggetti che mangiavano 6 o pi volte al giorno avevano dei livelli di colesterolo accettabili, una pressione arteriosa nella norma e anche un peso corporeo inferiore rispetto a chi, invece, digiunava o si limitava ai 3 pasti principali. Inoltre, se si considera pure che questo specifico studio teneva conto delle abitudini alimentari di inglesi, americani e cinesi, si potrebbero addirittura ipotizzare migliori risultati per chi, come noi italiani, ama e segue la dieta mediterranea.



Per comprendere meglio i reali benefici del mangiare poco e spesso , per, necessario andare pi nel dettaglio.



MANGIARE POCO E SPESSO FA BENE ALLA SALUTE?



Diversamente dal lungo digiuno e dalla scelta di assumere poco cibo durante tutto larco della giornata, mangiare poco e spesso fa bene alla salute poich, anche se frazionato, permette comunque di assumere il giusto quantitativo calorico giornaliero, evitando cos di generare una situazione dallarme che spingerebbe lorganismo ad attaccare la massa magra e non quella grassa, riserva di energie in tempi di magra a discapito del tono muscolare e della salute stessa. Questo metodo alimentare altamente frazionato permette dunque di: evitare picchi di acidi grassi che favorirebbero laccumulo di grasso e linnalzamento del colesterolo; migliorare la circolazione sanguigna e ridurre nettamente limpegno digestivo favorendo la salute intestinale e non solo.



[CALCOLA LE TUE CALORIE GIORNALIERE]

MANGIARE POCO E SPESSO FA PERDERE PESO?



Come gi spiegato, mangiare poco e spesso non significa non mangiare bens consumare il giusto, anche se distribuito in pi pasti. Questo metodo permette di mantenere costantemente attivo il metabolismo e di favorire il dimagrimento, sia perch ogni pasto richiede una digestione e con essa una notevole spesa energetica, sia perch frazionando i pasti si mantiene costante la secrezione di insulina e si evitano, di conseguenza, i temutissimi picchi insulinici che, come sappiamo, sono tra i principali responsabili dellaccumulo di grasso su pancia, fianchi e punti critici. Inoltre, il dimagrimento e il controllo del peso forma sono favoriti anche dal fatto che i pasti ravvicinati si rivelano utili per combattere gli attacchi di fame ed evitare di arrivare affamati al pranzo o alla cena.



IL DIGIUNO DI UN GIORNO FA BENE OPPURE NO?



Se il digiuno a lungo termine, ma anche quello di un paio di giorni a settimana, sono spesso sconsigliati, non si pu dire lo stesso del digiuno depurativo e disintossicante di un giorno, consigliato addirittura dal famoso oncologo Umberto Veronesi nel suo libro La dieta del digiuno. Infatti, secondo alcune ricerche, pare che il digiuno di un giorno possa ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e diabete e diminuire anche il colesterolo. Tuttavia, se non dopo grandi abbuffate che richiedono un breve periodo di disintossicazione, sempre meglio mangiare meno ma evitare comunque il digiuno totale poich, dopo aver esaurito le scorte di glicogeno del fegato, lorganismo comincia a utilizzare quelle dei muscoli per poi metabolizzare i grassi. A questo punto solitamente dopo le prime 12 ore di digiuno si comincia a rischiare qualcosina, poich nel caso in cui le riserve di grasso dovessero raggiungere un livello inferiore al 7% del peso corporeo, lorganismo si vedrebbe costretto a usare le proteine per produrre energia, il tutto a discapito della massa magra (catabolismo proteico).



QUALI SONO I CONTRO DEL MANGIARE POCO E SPESSO?



Nei contro rientrano pi che altro alcune difficolt oggettive per chi dovr abituarsi a mangiare poco e spesso. Tra queste citiamo: il conteggio e la riduzione delle calorie (non si devono superare le 100 calorie a spuntino, ad eccezione dei tre pasti principali nei quali vanno comunque dimezzate le porzioni) e lorganizzazione dei pasti (per evitare laumento di peso sempre consigliato mangiare a orari regolari).



Nel caso in cui invece si scelga di digiunare anche solo per un giorno, si corre il rischio di imbattersi in alcuni sgradevoli effetti collaterali quali lansia, lirritabilit, il calo di concentrazione e quello di creativit.





Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute