Dieta-

Metabolismo

Dieta: 7 errori da non commettere


STAMPA email

EMAIL
dieta

Leggi gli Speciali Dieta Paleolitica e Il Metabolismo

 

Il nostro organismo percepisce la restrizione alimentare come una condizione non fisiologica, dunque sbagliata. Ecco perché, spesso, aumenti di peso di una certa entità sono innescati da un precedente rapido dimagrimento, che può essere dovuto a qualsiasi causa: dalla malattia alla dieta troppo restrittiva. In pratica, la scarsa disponibilità di cibo fa scattare nel nostro corpo un meccanismo di risparmio energetico e, così, quando ricominciamo a mangiare normalmente, tendiamo ad accumulare scorte, oltre che a sentire, con ritardo rispetto a prima, il senso di sazietà.

 

Ecco perché di solito dopo una dieta restrittiva si tende ad accumulare peso ancora più in fretta. Se, infatti, dimagrire è difficile, mantenere il risultato è ancora più complicato. Vuol dire che non dovremmo mai stare “a dieta”? Assolutamente no, in quanto molte volte una riduzione dell’introito calorico si rende necessaria per motivi di salute. Vuol solo dire che se ti senti un po’ in sovrappeso e vorresti tornare in forma, sarebbe bene seguire alcuni semplici accorgimenti.

 

  1. Diffida delle diete che promettono un calo ponderale eccessivo in tempi troppo rapidi. Come dicevamo, la perdita di peso deve essere sempre e comunque graduale.

  2. Diffida anche delle diete che ti propongono di mangiare un solo cibo (per esempio la dieta del minestrone o quella del pompelmo) o che richiedono l’eliminazione totale di un’intera classe di alimenti (per esempio, i carboidrati). L’alimentazione, per garantirti salute e benessere, deve sempre essere equilibrata, anche se sei “a dieta”. Per esempio, un regime povero di proteine provoca sì un calo di peso, ma anche la perdita di massa muscolare. Al contrario diete iperproteiche, alla lunga, affaticano i reni e possono causare danni anche gravi.
     
  3. Evita i sostituti dei pasti. In genere non funzionano soprattutto in quanto, privarsi del gusto, ossia dei cibi che ci piacciono, può causare insoddisfazione e nervosismo. Alla fine, quindi, potresti trovarti nella condizione di aver investito tempo, soldi ed energie, senza aver ottenuto i risultati sperati.
     
  4. Non saltare mai i pasti e soprattutto non saltare la colazione. Per dimagrire non bisogna digiunare, bensì mangiare meglio, rispettando la distribuzione dei pasti durante la giornata. Un buon approccio è quello di continuare a mangiare tutto, riducendo le porzioni.

  5. Non privarti di tutti gli alimenti che più ti piacciono. Per avere successo, una dieta dovrebbe essere anche palatabile, cioè gradevole al gusto.

  6. Evita i farmaci dimagranti. Il più delle volte non funzionano e possono nuocere gravemente alla salute.
     
  7. Un buon progetto di dimagrimento non può prescindere da un incremento dell’attività fisica. Se anche hai poco tempo, cerca di ritagliarti uno spazio per fare movimento.

 

Infine, soprattutto se sei notevolmente sovrappeso e il dimagrimento ti è indispensabile per motivi di salute, evita il fai da te; è importante che tu ti rivolga al medico curante o a un nutrizionista.

 

Margherita Russo

.........................................................................................................................................

Vuoi saperne di più sulle strategie per aumentare il metabolismo? Leggi-3 kg in 6 giorni: la dieta bioattiva - Erbe per dimagrire: sì o no?

Articoli correlati per keyword: Dieta - Metabolismo

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute