Dieta-

Fame Nervosa

Quando i piedi sono sempre gelidi


STAMPA email

EMAIL
piedi

I piedi freddi sono una caratteristica tipicamente femminile. Le estremità, soprattutto in inverno, quando le temperature si fanno più basse, diventano gelide e a volte fanno anche male. Non basta un massaggio per scaldarli e neanche un paio di calze di lana. Ma perché? Purtroppo nella maggior parte dei casi è solo un problema circolatorio. Infatti, chi soffre di questo disturbo spesso ha capillari o vene abbastanza in evidenza, segno che la microcircolazione non sta lavorando nel migliore dei modi.

 

Le cause. Oltre alla microcircolazione un po’ lenta, diverse malattie o patologie possono nascondersi dietro i piedi freddi a partire dall’anemia, da uno stress eccessivo sulla colonna lombare o da semplici stati influenzali. Ci sono però anche disturbi più gravi come l’ipotiroidismo, ovvero il ridotto funzionamento della tiroide da cui può dipendere una stanchezza cronica, l’aumento di peso e una maggiore sensibilità alle basse temperature, probabilmente anche a causa della pressione bassa. Ma anche la sindrome di Raynaud, un disturbo circolatorio localizzato che si manifesta come una risposta esagerata a freddo. Poi, gli uomini non saranno felici di sapere che i piedi freddi possono anche indicare una disfunzione erettile: d’altronde anche questo problema può essere legato alla circolazione del sangue.


Soluzioni pratiche. Per scaldare i piedi non basta mettersi un paio di calze. Quando siete a casa, occupatevi un po’ delle vostre gambe. La cosa più semplice da fare, ma anche quella più efficace a breve termine, sono degli impacchi d’acqua. Sedetevi sul bordo della vasca da bagno e bagnatevi polpacci, caviglie e piedi con acqua fredda e poi calda (non troppo), a intermittenza. Quando avete finito, vi asciugate la zona tamponando con una spugna e vi fate un bel massaggio con un olio essenziale. Cumino, geranio, ginepro e vetiver sono perfetti per riattivare la circolazione. Possono essere anche aggiunti a un pediluvio.


Cosa non fare. Evitate di mettere calze troppo strette, soprattutto i calzettoni che con l’elastico tagliano il polpaccio, e gli stivali. Purtroppo questo tipo di calzatura può creare delle pressioni sulla gamba e in caso di microcircolazione debole possono dare molto fastidio, soprattutto se indossati per numerose ore consecutive. Non mantenete la stessa posizione troppo a lungo (per esempio stare sempre in piedi o sempre seduti). Non è facile quando si lavora, ma è necessario prendere delle pause per muoversi un pochino.


La dieta. Esistono dei cibi che tendono a raffreddare il corpo come i latticini. È quindi meglio evitare di consumare latte, yogurt, formaggi in quantità. Cercate, invece di favorire le spezie come aglio, pepe (qualcuno sostiene che vada messo anche a contatto diretto con il piede all’interno della calza), zenzero e peperoncino che migliorano la circolazione. Se avete la pressione bassa o siete anemici, è bene mangiare carne rossa e alimenti ricchi di ferro.

 

Valentina Rorato

 

............................................................................................................................................................

 

Vuoi saperne di più su disturbi e malattie? Leggi   Tacchi alti: a rischio muscoli e tendini  - Crampi muscolari e carenza di potassio

Articoli correlati per keyword: Salute - Prevenzione malattie

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute