Dieta-

Dieta equilibrata

Dieta in gravidanza


STAMPA email

EMAIL
Gravidanza e Dieta

Qualche volta, forse, le nostre nonne ci hanno detto che in gravidanza dovremmo mangiare per due. Niente di più sbagliato. Durante il periodo gestazionale è anzi importantissimo tenere sotto controllo il proprio peso e seguire un’alimentazione corretta e senza eccessi.

....................................................................................................................................................

In gravidanza occorre fare particolarmente attenzione a ciò che si mangia. Questo non vuol dire rinunciare al gusto e agli alimenti preferiti, ma solo prendere qualche accorgimento che possa favorire il benessere fisico della gestante e del feto. Bisognerebbe seguire un'alimentazione equilibrata e varia. Andrebbero inoltre evitati i pasti troppo abbondanti; meglio concedersi qualche spuntino in più, ben distribuito durante la giornata.

 

Quali cibi si dovrebbero preferire?

  • Frutta;
  • verdura fresca cotta;
  • carne e pesce;
  • latte e yogurt;
  • formaggi freschi.

 

Cosa, invece, bisognerebbe evitare?

  • Gli alcolici prima di tutto;
  • l’eccesso di dolciumi, tè e caffè;
  • fritture e condimenti elaborati;
  • dolcificanti artificiali;
  • bibite gassate e zuccherate;
  • carne cruda (per il rischio di toxoplasmosi).

 

Sempre per scongiurare il rischio di toxoplasmosi, è importantissimo lavare accuratamente frutta e verdura utilizzando un disinfettante per alimenti o il bicarbonato.

 

Durante il periodo gestazionale, inoltre, è buona norma pesarsi regolarmente annotando il proprio peso, almeno una volta a settimana, la mattina, svestite e a digiuno.

Al termine della gravidanza l’incremento ponderale non dovrebbe superare i 9/12 chilogrammi, con un aumento medio di circa un chilo al mese. Occorre però tenere presente che nel primo trimestre l’incremento dovrebbe essere minimo; nei primi tre mesi, anzi, è normale anche che non si verifichi alcun aumento ponderale.

 

È importante, infine, segnalare al proprio ginecologo o al proprio medico di famiglia un incremento di peso eccessivamente rapido (per esempio più di un chilo in dieci giorni), soprattutto se accompagnato da gonfiore a mani e piedi. Anche un significativo calo ponderale va comunicato al medico.

 

Margherita Russo

....................................................................................................................................................

Altri articoli su alimentazione - dieta - gravidanza:Sesso in Gravidanza? Fa bene al Bambino

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore








Seguici su Google+