Alimentazione-

Fibre

Combattere la stitichezza


STAMPA email

EMAIL
stitichezza-stipsi
Leggi lo Speciale Stitichezza
Leggi lo Speciale Stress

La stitichezza è un disturbo molto diffuso e non considerato nella maniera giusta. Spesso si prendono subito dei farmaci invece di intervenire sulle cause che sono la fretta, l’ ansia, cattive abitudini alimentari e stili di vita sbagliati Per combattere la stipsi, che vuol dire non avere lo stimolo spontaneo di defecazione ed essere costretti all’uso di clisteri e di lassativi per evacuare, occorre seguire precise regole

 

Intervenire alla base innanzitutto e non ricorrere ai farmaci dopo pochi giorni che il disturbo si presenta. I comportamenti sbagliati sono sicuramente lo stress, l’ansia e la fretta che alterano la digestione, mentre gli impegni quotidiani ignorano gli stimoli lanciati dal nostro corpo, ovvero il classico appuntamento con il wc, facendo accumulare le feci all’interno dell’ intestino. La muscolatura pelvica tende così a contrarsi e la stipsi diventa un altro motivo di stress che si aggiunge a quello tutti i giorni. Quindi, prima regola: Mangiare piano e masticare con lentezza, consente di assimilare meglio il cibo dividendo i pasti in cinque spuntini giornalieri, senza mischiare alimenti che affaticano la digestione come formaggi, insaccati, fritti, creme, cioccolato e carni rosse.

 

Cercare di rilassarsi e di respirare con calma massaggiando in senso orario la pancia. Non ingerire bibite gassate ma bere molta acqua che aiuta il transito intestinale, mentre acqua frizzante e bibite gasate generano gonfiore addominale e gas. Da bere anche thè deteinato, tisane di tiglio, malva e finocchio che sono anche lassative e digestive. Mangiare più frutta e verdura, almeno 4 etti al giorno, come consiglia l’American dietetic association e cibi ricchi di fibre come crusca di frumento, pasta integrale, pane integrale, riso integrale, fave, insalata cruda, funghi, piselli, frutta secca, ceci e lenticchie, assieme a importanti porzioni di liquidi. Muoversi il più possibile per attivare i processi digestivi e liberarsi dallo stress e assumere anche dei fermenti lattici, alimenti probiotici che rimettono in ordine l’intestino. Stare attenti all’uso di antibiotici, che alterano la flora batterica intestinale e anche gli antinfiammatori, gli estroprogenistici, gli antidepressivi e i lassativi che in un primo momento provocano diarrea, in seguito la stipsi.

 

Andromeda Alipert

............................................................................................................................................................................
Vuoi saperne di più sulla Stitichezza?  Fibre alimentari: regolare l'intestino pigro - Rimedi naturali per la stitichezza

Articoli correlati per keywords: Alimentazione - Fibre

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore








Seguici su Google+