Alimentazione-

Educazione Alimentare

Litotame: come ripristinare l'equilibrio acido-base


STAMPA email

EMAIL
litotame

Il litotame (Lithotamnium calcareum) è un alga che cresce nel mare ad una profondità di circa 15, 25 metri di cui viene utilizzato il tallo. Il suo utilizzo è indicato per affrontare alcuni problemi digestivi come l'acidit gastrica o per contrastare la demineralizzazione che porta all'artrosi e reumatismi. Ma entriamo un po' più nel dettaglio sull'equilibrio acido-base citato nel titolo.La salute è un equilibrio precario a cui contribuisce il bilanciamento fra basi ed acidi presenti nel nostro corpo. Nella nostra società, il modo di alimentarsi fa sì che tutto converga in un'acidificazione dell'organismo. Il nostro organismo cerca di compensare questo eccesso di acido ricorrendo alle riserve di basi minerali, soprattutto ossa ma anche i liquidi cellulari.

Tutto il processo porta ad una demineralizzazione generale che rende fragili gli organi e lo scheletro provocando dei problemi di osteoporosi e di affezioni reumatiche. Il litotame colma queste perdite grazie alle sostanze minerali marine che contiene, ma anche grazie alla sua ricchezza in carbonato di calcio, presente in una forma altamente assimilabile dal nostro oganismo.

Il carbonato di calcio neutralizza l'acidità dell'organismo che si riscontra nelle affezioni reumatiche o nell'artrosi; inoltre combatte l'iperacidità gastrica che sta alla base spesso di problemi digestivi: dolori allo stomaco, bruciori, reflussi.Questi due poteri, antiacido e rimineralizzante, fanno del litotame un prodotto molto usato in reumatologia.

Il litotame inoltre è molto interessante come coadiuvante nel trattamento della candidosi che si sviluppa più frequentemente in un terreno acido.

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore






Seguici su Google+





Login
Existing users:
Email address: *

Password *

 

  Ricordati di me nei prossimi 30 gg

New users:

Registrati per creare il tuo nuovo Profilo.

Benessere Salute