Alimentazione-

Alimentazione Corretta

Settembre in salute con i fichi


STAMPA email

EMAIL
fichi

Le proprietà benefiche dei fichi per il corpo umano sono numerose. Scopriamo insieme i punti di forza di questo “frutto della salute”.

 

Il fico, frutto dolce e succoso, nasce da una pianta autoctona del medio oriente, chiamata “Ficus Carica”. Nonostante la sua origine esotica, il fico è ormai onnipresente sulle tavole di mezza Europa, Italia compresa, dove il frutto è particolarmente apprezzato e consumato con gusto da grandi e piccini.

 

La maggior parte degli appassionati di questo frutto lo consuma per il sapore delizioso e per il senso di refrigerio che offre nei mesi caldi, ma il fico è molto di più di un semplice spuntino estivo, sano e sfizioso. Non molti, infatti, sono a conoscenza dei numerosi benefici che i fichi possono apportare al nostro organismo. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sui fichi e sulle loro proprietà quasi miracolose.


Quali sono i punti di forza dei fichi?


I fichi, freschi o secchi, verdi o neri, contengono grandi quantità di polifenoli, potenti antiossidanti che aiutano a mantenere in salute il sistema cardiovascolare. Gli antiossidanti sono anche un toccasana per la bellezza della pelle.

 

Numerosi sono anche i minerali contenuti nei fichi: su tutte, le alte concentrazioni di ferro, magnesio, potassio e fosforo. Utile, poi, nel favorire il corretto sviluppo dell’apparato scheletrico e nel combattere le patologie ad esso collegate, la marcata presenza di calcio.

 

I fichi sono in aggiunta ricchi di una fibra chiamata lignina che è un vero toccasana contro la stipsi di tipo cronico e contro i problemi relativi al cattivo funzionamento dell’apparato digerente. Meritano una menzione anche le vitamine presenti nei fichi, come la vitamina A, B1, B2, B3 e C.


Che differenze ci sono tra i fichi freschi ed i fichi secchi?

 

Entrambe queste tipologie hanno notevoli benefici sul corpo umano, grazie alle proprietà di prevenzione di numerose patologie e disturbi (come i tumori).

 

Nel dettaglio, i fichi freschi sono ricchissimi di acqua (80%), sali minerali e fibre, e, allo stesso tempo, poveri di grassi e proteine. I quantitativi di zuccheri sono pari al 12%.

 

I fichi secchi, invece, presentano alte concentrazioni di zuccheri, come il saccarosio e il glucosio, che aumentano a causa della perdita di acqua dovuta al processo di essiccazione.

 

In sostanza, i fichi freschi risultano meno calorici rispetto alla variante secca. I primi garantiscono l’apporto di 65 calorie ogni 100 grammi, mentre con i secondi si sale a 280 calorie ogni 100 grammi.

 

Lucia D'Addezio

...............................................................................................................................................................


Vuoi saperne di più sull' alimentazione sana? Leggi: Errori alimentari: 6 cattive abitudini per la tua linea - Dimagrire con alimenti di qualità


Articoli correlati per keywords: Alimentazione - Educazione Alimentare

Contribuisci a questo articolo: Invia Segnalazione Invia Video Segnala Errore








Seguici su Google+